Ristrutturazione di un rustico in pietra rivisitato in chiave contemporanea
Ristrutturazione di un rustico in pietra rivisitato in chiave contemporanea

In Val d’Aosta, a oltre 2.000 metri di altezza sulle pendici del Monte Bianco nella vallata de La Thuile, l’architetto Federico Delrosso progetta una casa di montagna minimale e perfettamente integrata nel paesaggio alpino.

L’intervento progettuale di ristrutturazione di un rustico in pietra ha prodotto un nuovo volume architettonico compatto che esalta la forza espressiva della struttura primaria in pietra a secco, tipica delle costruzioni di alta montagna, qui dichiaratamente rivisitata.

L’edificio si presenta con l'involucro primario in pietra che contiene la struttura del tetto il quale, si scarica a terra sul fronte principale con una scansione verticale. Questa, a sua volta, viene ripresa sul piano arretrato con infissi a tutta altezza che offrono una spettacolare apertura totale al paesaggio montano. Anche l’orientamento dell’edificio privilegia la vista più suggestiva.

La casa è stata costruita in adiacenza ad un progetto dell’architetto Carlo Mollino (Casa Olivero 1962) unico nella vallata di La Thuile. L’intervento progettuale non ha potuto prescindere dal dialogo con l’opera del grande maestro. Mi sono orientato dunque su una forma più compatta e contemporanea con un’identità ben definita ed ispirata dal paesaggio delle montagne circostanti” dichiara il progettista Federico Delrosso.