di Barbara Berti Il personaggio iconico di Perry Mason, l’eroe difensore dei thriller legali basato sui gialli di Erle Stanley Gardner dal primo debutto nel 1933 (il romanzo Perry Mason e le zampe di velluto), è pronto a tornare sul piccolo schermo. E lo fa in una versione inedita e sorprendente nella miniserie, prodotta da Robert Downey Jr e sua moglie Susan Downey, che sta per sbarcare in Italia in prima visione su Sky Atlantic dall’11 settembre (e in streaming su Now tv). ...

di Barbara Berti

Il personaggio iconico di Perry Mason, l’eroe difensore dei thriller legali basato sui gialli di Erle Stanley Gardner dal primo debutto nel 1933 (il romanzo Perry Mason e le zampe di velluto), è pronto a tornare sul piccolo schermo. E lo fa in una versione inedita e sorprendente nella miniserie, prodotta da Robert Downey Jr e sua moglie Susan Downey, che sta per sbarcare in Italia in prima visione su Sky Atlantic dall’11 settembre (e in streaming su Now tv).

Dopo alcuni adattamenti cinematografici e un serial radiofonico di lunga durata, la versione tv, presentata per la prima volta nel 1957 e interpretata da Raymond Burr, determinò come si sarebbero sviluppate le vicende all’interno delle aule di tribunale nei telefilm per i decenni a venire. L’avvocato della serie, sempre in completo grigio e cravatta scura, severo ma buono, burbero ma vincente, degli anni ’50 e ’60, che ha vinto quasi sempre i suoi casi, non ha mai messo troppo in risalto la sua figura privata.

Adesso, la nuova serie targata Hbo, creata da Ron Fitzgerald e Rolin Jones, racconterà di un veterano della prima guerra mondiale, alcolizzato e con un matrimonio distrutto alle spalle che si barcamena come investigatore.

La serie, che forse disorienterà gli appassionati dell’originale cult, in America sta riscuotendo grande successo di critica e di pubblico, tanto che è già stata rinnovata per una seconda stagione. Ambientata nella Los Angeles degli anni successivi alla Grande Depressione (vent’anni prima rispetto ai telefilm con Raymond Burr), racconta gli inizi della carriera di Mason, rappresentato per la prima volta nei panni di investigatore privato e non ancora di avvocato.

A dare il nuovo volto a Mason è l’attore Matthew Rhys, premio Emmy per il ruolo di spia dell’Urss in The Americans.

Al suo fianco c’è John Lithgow (Winston Churchill nella serie The Crown) che interpreta il datore di lavoro di Mason, Elias Birchard Jonathan. La segretaria Della Street è l’attrice Juliet Rylance, Tatiana Maslany veste i panni di Suor Alice, Chris Chalk presta il volto a Paul Drake, un poliziotto con un talento per il lavoro investigativo.

Prendendo le distanze dai romanzi e dalla serie originale, la nuova versione segue un unico caso criminale. Una sorta di prequel: un bambino viene rapito e ucciso, Mason viene ingaggiato per risolvere il caso. La sua indagine avrà importanti conseguenze per tutta Los Angeles.