Le conversazioni audio su Twitter
Le conversazioni audio su Twitter

Almeno 600 follower: è questo il nuovo limite imposto da Twitter per poter avviare sul proprio profilo una conversazione audio in diretta con gli altri utenti. Il social network ha deciso di aprire la nuova funzionalità anche a profili meno famosi per combattere la concorrenza sempre più forte degli altri social come Instagram che hanno fatto della chat audio, con le stanze, un punto di riferimento. Ma non è questa l’unica novità in arrivo su Twitter: la piattaforma sta pensando anche di introdurre un biglietto a pagamento per accedere ad alcune chat audio speciali.

Gli spazi audio sul proprio profilo

Lo spazio per le chat audio su Twitter si allarga. Il social network dei cinguettii, fondato da Jack Dorsey, ha deciso infatti di ampliare la platea di utenti che possono utilizzare la funzione Spaces: le stanze in cui è possibile avere delle conversazioni audio con altri utenti. La funzionalità, lanciata a inizio di marzo in versione beta per pochissimi, è stata ora allargata a tutti gli account che possono contare almeno su 600 follower. Un numero non troppo elevato, che consentirà al social network di puntare con maggiore forza sulle chat audio. Il nuovo aggiornamento - come spiegato da Twitter sul proprio blog – sarà testato prima di essere esteso a tutti gli utenti.

I ticket a pagamento per le chat audio

L’allargamento a un pubblico di account molto più ampio per le conversazioni audio non è l’unica novità che sta per arrivare sul social network.
Twitter ha infatti annunciato anche l’arrivo in fase di test dei cosiddetti Ticketed Spaces, degli spazi a pagamento in cui gli host (i promotori della chat audio) potranno vendere dei biglietti per far partecipare gli utenti alle conversazioni.
Agli host, nei piani del social network, sarà lasciata la maggior parte degli introiti, mentre una parte verrà trattenuta da Twitter come commissione.