La nautica ha le sue regole, anche nel design. E qui la personalizzazione è la norma, non l’eccezione. Esistono studi di progettazione architettonica che lavorano sulla linea dell’imbarcazione come sugli interni; cantieri navali che le realizzano e aziende che le arredano: dai rivestimenti in legno alle cucine, dagli ambienti outdoor alle piscine, alle camere.

Partiamo da Hot Lab, studio milanese nato 16 anni fa, oggi affermato per il taylor-made che ha portato i due soci, Antonio Romano ed Enrico Lumini, a vincere premi prestigiosi nel settore. E’ il caso del World Superyacht Award 2019, attribuito per l’interior design del MY RJ, un 31 metri costruito da Arcadia dal profilo muscolare con largo impiego di pannelli solari. Passiamo allo studio internazionale m2atelier, creato da Marco Bonelli e Marijana Radovic, architetti milanesi che da poche settimane hanno presentato la loro ultima creazione, il catamarano da crociera BlackCat 30 (metri).

Passando ai grandi produttori di Yacht, Sanlorenzo ha affidato a Patricia Urquiola il progetto di interior del nuovo yacht SD96, presentato ufficialmente in occasione del Cannes Yachting Festival 2019. . La scelta dei rivestimenti in legno è caduta su Listone Giordano, azienda del Gruppo Margaritelli, e l’architetto ha proposto una versione particolare di Bisquit, parquet a doghe smussate. Pershing, brand rinomato di Ferretti Group, si è affidato a Poltrona Frau per la realizzazione della plancia del nuovissimo 8x, un 25 metri in fibra di carbonio presentato lo scorso anno a Düsseldorf: tre posti di comando in pelle “interior in motion”.

Cappellini ha curato alcuni arredi dell’ammiraglia di Costa Crociere, la Costa Smeralda: in particolare le sale centrali con “Drum”, poltrona di Mac Stopa che si distingue per le forme plastiche di forte impatto estetico. Ha fatto il suo debutto a gennaio il Cranchi 78, nave ammiraglia del cantiere nautico, che si è avvalsa di Christian Grande come art director: sua la scelta degli arredi Flexform, in particolare le sedute di Antonio Citterio. Altro esempio, tra i tanti, di collaborazione con aziende dell’arredo viene da Giorgetti, che arreda la zona living del MCY76 di Monte Carlo Yachts, con le poltroncine “Hug” proposte in verde acqua, il tavolino “Ling” e le sedie “Ibla” che completano la zona pranzo. Gli arredi outdoor di Talenti sono impiegati nel 48 T-Line Silver Fox, il nuovo yacht di lusso firmato da Baglietto, in particolare nel sundeck, che ospita anche una piscina a sfioro; nell’area pranzo e nel grande beach club a pelo d’acqua. Infine, spazio anche al mondo della cucina con Arimis, che porta la professionalità dei suoi arredi al servizio dello chef di Suerte, un 69 metri di Tankoa.