di Lorenzo Frassoldati

Tollo è un piccolo paese in provincia di Chieti, in Abruzzo, a pochi chilometri dal mare Adriatico. Ma è anche il nome di una cantina che è stata motore di aggregazione e sviluppo del territorio, contribuendo a combattere spopolamento ed emigrazione verso il Nord. Cantina Tollo nasce nel 1960 per dare reddito ai piccolimedi agricoltori della zona; dai 19 soci iniziali si è passati oggi a 700 con 2700 ettari di vigneto coltivati in 3 regioni: Abruzzo, Molise e Puglia. Grandi numeri, grandi quantità ma anche un progetto che ha rivoluzionato l’immagine del vino abruzzese puntando su qualità e vini bio, sul rilancio delle uve autoctone bianche e rosse, su un rapporto vincente coi soci-produttori remunerati a ettaro e non a quantità. Oggi Cantina Tollo è realtà multiregionale, ambasciatore dell’Abruzzo enoico nel mondo. Dalla casa madre sono nate due aziende: Feudo Antico e Auramadre, la prima rivolta esclusivamente al settore Ho.Re.Ca con la Docg Tullum, la seconda è il brand dei vini bio. Le bottiglie premium sono circa 2 milioni su un totale di 14, l’export vale il 35% del fatturato e i paesi raggiunti sono 50. Le vigne si estendono dal mare Adriatico fino alla Maiella, le principali uve coltivate sono gli autoctoni Montepulciano rosso, Trebbiano bianco, Pecorino, Passerina. Il team guidato dall’enologo Riccardo Brighigna punta su freschezza e sapidità, aiutato dall’escursione termica diurna e dalle brezze marine. La crescita qualitativa ha portato premi e riconoscimenti; il bio rappresenta il 10% della produzione, in linea con tanta attenzione alla sostenibilità. Gli assaggi. Cagiòlo, Montepulciano Riserva 2015, è la stella della casa (20 €), un rosso importante che fa legno e anfora. Il MO Riserva 2016 (13 €), amarena e frutti di bosco , è un rosso di classe, di bella beva. Spicca tra i rosati il cerasuolo Hedòs 2020 (11,50 €) delicato di lampone e fragola. Il bianco da provare è Peco 2020, Pecorino in purezza pluripremiato (11,50 €), dinamico di frutta ed erbe aromatiche. Un bianco ‘diverso’ è C’Incanta 2015, Trebbiano d’Abruzzo (16 €) ‘orange’ che ricorda frutta secca e note passite.

Info: www.cantinatollo.it