Antipasto vegetariano per Pasqua
Antipasto vegetariano per Pasqua

Roma, 20 aprile 2019 - Un menù di Pasqua vegetariano non significa una rinuncia ai piaceri della buona tavola: si elimineranno la carne e in alcuni casi anche il pesce, ma non ne risentirà certo il gusto. Una premessa: si possono preparare piatti 'tradizionali' come ad esempio il ragù, ma anche spezzatino ecc. utilizzando al posto della carne il seitan, un alimento altamente proteico ricavato dal glutine del grano tenero o da altri cereali. C’è da tener presente che ha un elevato contenuto di glutine quindi è controindicato per chi è affetto da celiachia. Stessa cosa per chi soffre di diabete o tende ad avere livelli elevati di glicemia, perché l’elevato indice glicemico di questo alimento causa un brusco aumento della glicemia subito dopo essere stato ingerito. Attenzione anche se si soffre di sindrome del colon irritabile e di altre patologie gastroenterologiche.

Le ricette che seguono sono di facile preparazione e prevedono l’utilizzo di semplici ingredienti tradizionali. Quindi lasagne e una serie di piatti salati da fare venire l’acquolina in bocca. E naturalmente la torta pasqualina, un classico che proponiamo in versione “facilitata” ovvero con l’utilizzo di una pasta preconfezionata e con ingredienti che possono variare a piacimento, ad esempio bietole, spinaci o erbette possono venire sostituite dai carciofi o da altre verdure di stagione.

Se si vuole preparare un antipasto sfizioso e di stagione, tagliare a cubetti una melanzana e un paio di zucchine, infarinarle e friggerle (si possono anche passare nella pastella ma saranno un po’ più pesanti). Preparare una purea di patate ben soda, farne una sorta di salame da tagliare a cubetti e friggere. Infine prendere qualche pomodorino, incidere la pelle e tuffare un paio di minuti in olio bollente. Servire con una decorazione di fiori primaverili.

Uova sode e antipasto di carciofi, lasagne agli asparagi e torta pasqualina per un menù che piacerà anche a chi non è strettamente vegetariano.

Antipasto di carciofi per 2 persone: (tempo di preparazione 20 minuti)

Ingredienti:
3 carciofi a testa
Olio evo, aglio vino bianco q.b.

Preparazione:
pulire i carciofi ricavandone solo il cuore, che si taglierà a pezzetti togliendo l’eventuale “fieno” interno. I carciofi vanno messi in acqua e limone per non farli annerire. In una larga padella antiaderente versare un filo d’olio evo, far rosolare uno spicchio d’aglio (che poi si toglierà) e se piace il gusto piccante un piccolo peperoncino. Mettere in padella i carciofi (ben scolati dall’acqua) e farli rosolare, spruzzandoli se serve con un goccio di vino bianco. Dopo una decina di minuti, aggiustare di sale e cospargere con prezzemolo tritato. Questo piatto di carciofi “nature” servito con un filo di olio evo a crudo e accompagnato da fette di pane toscano abbrustolite (da intingere nel sughetto dei carciofi) è un ottimo antipasto.

Lasagne agli asparagi (per 2 persone, tempo fra preparazione ed esecuzione un’ora in tutto) .
Un suggerimento: se gli ospiti non mangiano carne ma pesce sì, l’aggiunta di gamberetti rende queste lasagne ancora più buone:

Ingredienti:
6 fogli di pasta per lasagne, da lessare prima di infornare
Sale, aglio, peperoncino q.b.
un mazzo di asparagi
50 gr di parmigiano in scaglie
3 cucchiai d'olio evo

Per la besciamella:
50gr di farina
50gr di burro
Noce moscata q.b.
mezzo litro di latte
A piacere Parmigiano Reggiano grattugiato

Preparazione:
Pulire e lessare gli asparagi al dente e togliere la parte dura del gambo. Passare gli asparagi in una padella con un goccio di olio evo e con sale peperoncino e aglio (che poi si toglierà) per farli insaporire. Far scottare la pasta in acqua bollente per un paio di minuti, asciugarla con un telo da cucina. Preparare la besciamella sciogliendo il burro con la farina, aggiungere il latte a filo e amalgamarlo al resto, a fuoco basso e mescolando in continuazione. Alla fine spegnere il fuoco e aggiungere un poco di noce moscata e sale. Se piace, aggiungere anche del Parmigiano Reggiano grattugiato. Ungere una teglia da forno e alternarvi stati di pasta, asparagi e besciamella e scaglie di Parmigiano. Infornare per una quindicina di minuti e servire ben caldo.

Torta Pasqualina, per 8 persone, un’ora e mezzo per preparazione e cottura

Ingredienti:
2 confezioni di pasta sfoglia rotonda
Spinaci già puliti 1,5 kg
Ricotta vaccina 500 g
Uova medie 12
Parmigiano reggiano  200 gr.
Cipolle ½
Maggiorana 3 rametti
Noce moscata q.b.
Pepe nero q.b.
Sale fino q.b.
Olio extravergine d'oliva  25 g

Preparazione:
Lessare gli spinaci, farli insaporire con olio e cipolla pezzetti, tritare il tutto e quando è freddo trasferitela in una ciotola. Aggiungete 2 uova, 50 g di formaggio grattugiato d la maggiorana,
mescolando il tutto. A parre mescolare la ricotta con 3 uova, 90 g di formaggio grattugiato la spolverata di noce moscata e un pizzico di sale. Mescolare bene con una frusta in modo che il composto risulti piuttosto cremoso e senza grumi. Cospargere di olio la tortiera ed adagiarvi un rotolo di pasta Aggiungere il composto di verdura, livellandolo con un cucchiaio. Poi versarci sopra la crema di ricotta. Quando l’impasto è compatto, con il dorso di un cucchiaio si praticano sette conche, una al centro e sei laterali, e dentro vanno posti i tuorli delle 7 uova rimaste. Gli albumi vanno sbattuti leggermente con un pizzico di sale e versati per ricoprire la superficie di ricotta. Si cospargerà il tutto con il parmigiano rimasto e si coprirà con l’altra sfoglia, da spennellare con un filo di olio o con tuorlo d’uovo per dare un bel colore dorato. Infornare la torta pasqualina in forno caldo a 180 gradi per 55 minuti (in forno ventilato a 160 gradi per 45 minuti). Lasciare intiepidire prima di servire. Una volta tagliata si avranno delle fette in cui si vedranno chiaramente lo strato di spinaci e di crema alla ricotta nonché i tuorli d'uovo. E se avanzerà qualcosa….sarà ottimo per la scampagnata di Pasquetta!.