Guè Pequeno (LaPresse)
Guè Pequeno (LaPresse)

Roma, 21 maggio 2019 – A The Voice of Italy 2019 scelti i ‘best six’ per le Battle. La quinta puntata del talent show di Simona Ventura vede i quattro giudici – Elettra Lamborghini, Gué Pequeno, Gigi D’Alessio e Morgan – completare le squadre e ridurle a soli sei elementi. L’ex Bluvertigo ha già creato il suo team, così fa il disturbatore durante le ultime Blind Audition. Poi si aggiungono anche D’Alessio e la Lamborghini. Tocca a Gué pagare pegno e rappare ‘Non dirgli mai’. Tra una voce e l’altra c’è spazio anche per la voce ‘nera’ di Fausto Leali che, a sorpresa, si esibisce in una finta ‘Blind’ con ‘A chi’.

La prima voce è Elisabetta Pia Ferrari di Roma, 29 anni mamma di cinque figli e già nota nel mondo dei talent visto che ha partecipato ai casting della settima edizione di X-Factor arrivando fino ai ‘Bootcamp’. Canta ‘Come’ di Jain: D’Alessio è il primo a girarsi e blocca il rapper, si volta anche l’ereditiera. Ma la donna va dal coach napoletano che chiude, così, il suo team di 14 elementi. Niente da fare per la livornese 25enne Alessia Battini che propone ‘I Walk Alone’ di Tarja, incrociando la lirica al rock. Il genere è particolare e molto lontano da due coach ancora alla ricerca di talenti. La milanese 29enne Jessica Lorusso intona ‘Let it Go’ di Demi Lovato , l’ereditiera bolognese ‘impazzisce’ (Gué non si gira) così appena finisce la canzone corre ad abbracciarla e se la prende in squadra.

Non convince i giudici Paolo Marasciulo – in arte Paolo Marà – 29 anni, pugliese, conducente di bus. Sul palco di Raidue canta ‘Proud Mary’ dei Creedence Clearwater Revival, cercando di mettere in risalto le proprie radici musicali blues. La rapper 26enne Leslie (Lisa Cardoni) propone ‘Ready or not’ dei Fugees. La Lamborghini si gira subito e se la prende in squadra. ‘L’amore fa paura’ è il titolo dell’inedito del 25enne Francesco Da Vinci, nipote e figlio d’arte (che ha già fatto delle musiche per Gomorra 4). “Questo testo è una bomba” sostiene Morgan. Il talento entra nel Team Gué. Giuliana Maffei, 16 anni, studentessa di Lucca si propone con ‘Friends’di Marshmello feat. Anne-Marie. Entrambi i giudici si girano e se la litigano. “Stasera avresti fatto poker” dichiara D’Alessio. La ragazza va con l’ex Riccanza che così completa il suo team. Le Blind Audition proseguono solo per il rapper. Sul palco si presenta Simone Vignola, 31 anni di Avellino, con una rivisitazione di ‘Roxanne’ dei Police. Ma Gué non si gira. È poi la volta di Federica Filannino, 26 anni, originaria di Barletta (ex Amici 2013). Al pianoforte propone ‘Via con me’ di Paolo Conte e il rapper si gira subito, chiudendo così il team.

Chiuse le Blind” annuncia SuperSimo, che spiega che adesso i quattro team si ritireranno in località remote e ogni giudice dovrà scegliere i 'best six', ovvero i sei che passano alle ‘Battle’. Ogni coach utilizza un proprio metodo per la difficile selezione. Morgan, per esempio, lascia ai ragazzi la possibilità di proporre un pezzo, gli altri invece assegnano il brano. Tra un’esibizione e le lacrime (di chi non viene scelto) c’è spazio anche per la performance di SuperSimo. 

Alla fine l’ex Bluvertigo sceglie: Diablo, Elisa Paschetta in arte Joe Elle, Matteo Camellini, Viola Bologna in arte Violet, Erica Bazzeghini, Noemi Mattei in arte Naïve. La sestina di D’Alessio è così composta: Andrea Settembre, Domenico Iervolino, Elisa Ghiotto in arte Eliza G., Elisabetta Pia Ferrari, Carmen Pierri e Sofia Sole Cammarota. Nella squadra della Lamborghini ci sono Leslie, Miriam Di Criscio in arte Miriam Ayaba, Beatrice Inguscio in arte Trisss, Greta Giordano, Tahnee Rodriguez e Andrea Bertè. Gué Pequeno punta su Federica Filannino, Ilenia Falco, Brenda Carolina Lawrence, Francesco Da Vinci, Ilaria Amagour in arte Hindaco, Josuè Previti.