Foto: Netflix
Foto: Netflix
Manca ormai meno di un mese al debutto dell'attrice Olivia Colman (Oscar per 'La favorita') nei panni della regina Elisabetta II: il 17 novembre Netflix pubblicherà in streaming la terza stagione di 'The Crown', una delle serie TV più apprezzate del momento. Il trailer ufficiale ha un andamento triste e un po' drammatico, coerentemente con una trama che promette di raccontare le difficoltà della famiglia reale di fronte a un periodo storico caratterizzato da forti cambiamenti sociali e politici. Tanto che nel trailer udiamo la frase: "Questa è la forza della monarchia: nascondiamo le crepe".

The Crown, la stagione 3

Scritta da Peter Morgan, come le due precedenti, la terza stagione di 'The Crown' copre gli anni compresi fra il 1964 e il 1977. Accanto a Olivia Colman troviamo volti come quelli di Helena Bonham Carter (che interpreta la principessa Margaret), Tobias Menzies (il duca di Edimburgo), Josh O'Connor (il principe Charles), Erin Doherty (la principessa Anne), Ben Daniels (Lord Snowdon), Jason Watkins (il primo ministro Harold Wilson) e Charles Dance (Lord Mountbatten).

L'ambizione dichiarata di Peter Morgan è di documentare la vita della regina Elisabetta II a partire dal matrimonio con il principe Filippo, nel 1947, sino ai giorni nostri. L'intenzione è di realizzare sei stagioni in tutto e di cambiare gli attori protagonisti ogni due, in modo da rendere conto dell'invecchiamento dei personaggi. Coerentemente con questo piano, Olivia Colman ha preso il posto della collega Claire Foy, protagonista delle stagioni 1 e 2.

Ultimo dettaglio: già sappiamo che nella quarta stagione la primo ministro Margaret Thatcher sarà interpretata da Gillian Anderson ('X-Files', 'Sex Education'), mentre Lady Diana Spencer avrà il volto di Emma Corrin ('Pennyworth').

Per approfondire: The Crown 3, Helena Bonham Carter chiede aiuto a un fantasma

Il trailer doppiato in italiano

Per chi fosse curioso: la musica che accompagna il trailer è una cover lenta e malinconica del brano di Bob Dylan 'The Times They Are A Changin' (1964), un autentico manifesto della canzone politica e di protesta che accompagnò la rivoluzione culturale degli anni Sessanta.. Un degno commento sonoro alla frase che chiude il video: "Abbiamo tutti fatto dei sacrifici e represso chi siamo: non è una scelta, è un dovere".



Per completezza, ecco il trailer in lingua originale