Il castello di Rocca Calascio in Abruzzo
Il castello di Rocca Calascio in Abruzzo
Arroccati in posizioni strategiche, i castelli di montagna dominano le valli sottostanti componendo panorami unici. Attraversando la Penisola da nord a sud, ve ne proponiamo cinque da non perdere, fra i più belli, imponenti e suggestivi del nostro patrimonio storico.

FORTE DI BARD – VALLE D'AOSTA
Il maestoso forte di Bard si staglia su un picco roccioso come un guardiano che sorveglia l'imbocco della Valle d'Aosta. Costruito per volere dei Savoia tra il 1830 e il 1838, è stato progettato per diventare una perfetta opera difensiva. Alla fine dell'Ottocento il forte ha perso la sua funzione militare, trasformandosi prima in un carcere e poi in un deposito di munizioni. Oggi, ristrutturato e valorizzato, si offre al visitatore in tutta la sua magnificenza.

CASTEL THUN – TRENTINO-ALTO ADIGE
Domina la Val di Non in un'invidiabile posizione panoramica il Castel Thun, uno dei più belli del Trentino, nei pressi del paese di Vigo di Ton. Eretto a metà del XIII secolo, fu la residenza della potente famiglia nobiliare dei Thun. Di stile gotico, è circondato da un complesso sistema di fortificazioni. Al suo interno conserva preziosi arredi, una biblioteca con 10mila volumi, stanze signorili e diverse stufe in maiolica. I giardini ospitano spesso eventi e manifestazioni culturali.

FORTE DIAMANTE – LIGURIA
Il forte Diamante sorse nella seconda metà del Settecento sull'omonimo monte, come primo baluardo a difesa della cinta muraria di Genova: grazie alla sua posizione tra la Val Polcevera e la Val Bisagno, aveva lo scopo di intercettare gli invasori provenienti da nord. Il forte può essere raggiunto con una camminata di 5 km partendo dal comune di Sant'Olcese, oppure con la ferrovia Genova-Casella, scendendo alla stazione di Campi e proseguendo a piedi per mezz'ora.

ROCCA CALASCIO – ABRUZZO
All'interno del Parco nazionale del Gran Sasso e dei Monti Laga, a 1460 metri d'altitudine, Rocca Calascio si impone come una delle fortezze più suggestive dell'Italia centrale, tanto che il National Geographic l'ha inserita fra i quindici castelli più belli al mondo. Fu fondata fra l'XI e il XII secolo con una funzione di controllo e di avvistamento. Per la sua bellezza e posizione è stata scelta come set per le riprese di film e serie tv, fra cui 'Il nome della rosa' e 'Ladyhawke'.

CASTELLO NORMANNO-SVEVO DI MORANO CALABRO – CALABRIA
Risalente al periodo romano, il castello Normanno-Svevo di Morano Calabro domina in posizione strategica la valle del fiume Coscile. Ha assunto la forma attuale nel XVI secolo, ma nel XVIII secolo cadde in rovina a seguito dei bombardamenti che subì e alla successiva asportazione di travi e blocchi di tufo. Il castello rievoca per diversi aspetti il Maschio Angioino di Napoli. Ma è affascinante tutto il paese, collocato sulle pendici del massiccio del Pollino, che fa parte dei borghi più belli d'Italia.


Leggi anche:
- 5 borghi italiani da visitare in inverno
- L'hotel più bello del mondo è un castello in Irlanda
- Quali sono i luoghi più romantici per una fuga d'amore