Un trekking da 170 km intorno a Firenze
Un trekking da 170 km intorno a Firenze

L'Anello del Rinascimento offre agli appassionati di trekking e ai cicloturisti un modo unico di scoprire le meraviglie artistiche e naturalistiche di Firenze e delle colline che la circondano. L'itinerario sfrutta l'antica rete viaria fiorentina, composta di sentieri silenziosi lontani (se non per brevi tratti) dalle strade trafficate. È lungo 170 chilometri, da percorrere a tappe, è ben segnalato ed è adatto a tutti, amatori ed esperti.

COME AFFRONTARE L'ANELLO
L'Anello del Rinascimento può essere affrontato in vari modi. Potete farlo nella sua interezza, suddividendo il cammino (o la pedalata) in tappe a seconda del tempo a disposizione e della preparazione fisica. Oppure potete partire dal punto che preferite e percorrerne solo alcuni tratti. Attraverserete i colli intorno a Firenze tra boschi, campi, monasteri e castelli, toccando il centro storico del capoluogo, la cittadina di Fiesole e in altri comuni delle colline fiorentine.

L'ITINERARIO
Il percorso inizia e termina al castello di Calenzano, vicino a Prato. Da qui si raggiunge Vaglia, ai piedi dell'Appennino, e si arriva a Fiesole. Si prosegue poi verso Pontassieve, si passa l'Arno e si arriva in Valdisieve, disseminata di cascine e distese di vigneti.

L'itinerario prosegue verso Monteccucco, sulla via della Maremma, l'antico tratto di strada sul quale un tempo transitavano i fiorentini, con tappa a Impruneta. Da qui si punta verso il centro di Firenze, con sosta obbligata a piazzale Michelangelo per ammirare dall'alto la culla del Rinascimento e la cupola del Duomo, centro ideale dell'Anello.

LA FINE DELL'ANELLO
Da Firenze si riparte verso le campagne circostanti alla volta di Signa. Da qui è possibile prendere una deviazione ancora verso il capoluogo, con un itinerario comodo in pianura che attraversa il parco dei Renai e costeggiando l'Arno raggiunge il Parco delle Cascine; oppure andare a chiudere l'Anello puntando verso il comune di Campi Bisenzio, sull'omonimo fiume, fino a raggiungere il punto di partenza, il castello di Calenzano.

Sul sito turistico della Toscana potete leggere la descrizione dettagliata del percorso.

Leggi anche:
- Cicloturismo in Toscana: in bici sulle strade del Chianti
- Giro delle Ville di Roma: in bici tra arte e natura
- Trekking, la strada delle 52 gallerie del Pasubio