Il nuovo boutique hotel milanese del progetto Six
Il nuovo boutique hotel milanese del progetto Six

The Sister Hotel, il cui nome richiama indirettamente la funzione originaria del luogo, un monastero di suore, nasce da un’idea dell’imprenditore Mauro Orlandelli, già ideatore del progetto olistico Six, e dall’art director Samuele Savio, founder dello Choice Studio.

La struttura si ispira agli hôtel particulier, le dimore lussuose francesi che ospitavano i nobili all’interno del tessuto cittadino. L’idea di ospitalità per The Sister Hotel nasce proprio da qui, dal voler offrire un’esperienza in un ambiente ricercato ma informale, un’oasi bohémien dove design, arte e food si fondono.

L’hotel dialoga con la realtà di Six, entro cui è immerso: il progetto architettonico e gli arredi, in parte vintage e in parte nuove produzioni, customizzate a seconda delle necessità specifiche delle camere, sono frutto del lavoro dei designer Quincoces-Dragò, a capo della Six Gallery; l’immagine coordinata è in simbiosi con il concept estetico di Six, entrambi curati dall’art director Samuele Savio; i materiali utilizzati per i pavimenti sono ideati da Forest Design, lo studio di progettazione che si trova all’interno di Six; infine l’offerta food&beverage è messa a disposizione dal bistrot GinO12/Sixième.

L’hotel dispone di nove stanze, di cui una suite e due junior suite, ognuna con la propria identità specifica. Lo stile che prevale è un mix eclettico di arredi ricercati, dettagli romantici senza tempo ed elementi contemporanei, che nel loro complesso regalano un’atmosfera accogliente e raffinata. L’omaggio alla città di Milano si manifesta attraverso l’uso dei colori tipici della città (nero, rosso corallo e oro), riadattati e resi più sofisticati, che predominano nelle amenities e negli oggetti che compongono l’allestimento. Anche i souvenir per i clienti sono rigorosamente prodotti da artisti e brand milanesi, mentre l’offerta di ristoro richiama la tradizione con proposte locali.

La stanza pilota, presentata in occasione della Milano Design Week, riprende i toni scuri e rilassanti del bistrot e della galleria, con pareti verde scuro e battiscopa e serramenti neri. I pavimenti sono tutti realizzati dallo studio Forest Design, in parte nuove progettazioni e in parte ottenuti da materiali di recupero rilavorati: parquet nella stanza da letto, graniglie chiare nei bagni, seminato rosso e nero nel corridoio. Gli arredi sono forniti dalla Six Gallery: sono presenti alcune produzioni della collezione Six Project dello scorso anno, prodotti vintage originali, tra cui le applique vintage firmate da Ignazio Gardella, le stuoie di Altai, tessili e velluti in una fusione di cromie che vanno dai toni neutri a quelli più caldi della terra.

L’hotel, attualmente in fase di allestimento, aprirà ufficialmente nell’autunno 2019.