Milano, 29 agosto 2018 - Tra i musei più particolari che potete visitare nel Lazio, una menzione speciale deve riguardare i musei etruschi. I musei etruschi di Tarquinia, Tuscania, Cerveteri, Allumiere e Vulci sono famosi in tutto il mondo, richiamando ogni anno tantissimi turisti. Quello più importante e celebre è, senza ombra di dubbio, la Necropoli Etrusca di Tarquinia e quella di Cerveteri. A Tarquinia troverete un cimitero sotterraneo con più di 6000 tombe dipinte, sotto il colle dei Monterozzi. A Cerveteri, invece, troverete la più grande necropoli etrusca del mondo, la Necropoli della Banditaccia, con numerose tombe monumentali, molte scavate nel tufo. Oltre alle Necropoli vere e proprie, poi, meritano una visita anche il Museo etrusco di Tarquinia o Museo Nazionale Tarquiniense, sito nello splendido Palazzo Vitelleschi (su tre piani) e quello di Cerveteri, il Museo Nazionale Cerite o Museo Archeologico di Cerveteri.

Molto famoso anche il Museo Nazionale Etrusco - Rocca Albornoz, con le sue ricostruzioni di scene di vita quotidiana: lo trovate a Viterbo. Da non perdere anche il Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia, a Roma, ricco di opere e ben allestito.

Numerose anche le necropoli presenti a Tuscania, in provincia di Viterbo. PArecchi reperti di epoca etrusca sono conservati nel Museo Archeologico Nazionale Tuscanense. Se vi trovate proprio a Roma, invece, troverete il Museo Antichità Etrusche e Italiche all’Università Sapienza. Trovate un Museo Archeologico Etrusco anche a Trevignano Romano, meno conosciuto dei precedenti, piccolo, ma ben tenuto.

Se passate da Vulci, poi, non mancate di visitare il Museo Archeologico Nazionale di Vulci, allestito nel Castello d’Abbadia: qui troverete tanti reperti provenienti dall’antica città di origine etrusca e dalle vicine necropoli.

Foto: See page for author [Public domain], via Wikimedia Commons