La maleducazione in aereo è cosa comune
La maleducazione in aereo è cosa comune
Il passeggero alticcio, quello che tira calci al sedile… A tutti, prima o poi, è capitato di incontrare uno di questi esempi di maleducazione durante un volo. Ma quali sono i più fastidiosi che infestano gli aerei? Lo ha indagato l'Airplane and Hotel Etiquette Study condotto dal portale Expedia, che ha interrogato oltre 18mila persone di 23 paesi del mondo in merito ai buoni comportamenti e alle cattive abitudini della gente in viaggio.

I PASSEGG ERI PIÙ FASTIDIOSI
Per gran parte degli intervistati, il più temuto e irritante risulta essere il passeggero ubriaco (43%): rumoroso, molesto e irrispettoso degli altri, è un soggetto imprevedibile con cui è estremamente difficile trattare durante un volo, capace di mettere in difficoltà tanto gli altri viaggiatori quanto il personale.

Nella classifica del fastidio seguono il passeggero che tira colpi e pedate al sedile (37%), il diffusore di germi (30%) che starnutisce e tossisce senza troppi riguardi per i vicini di posto, il passeggero "aromatico" (29%) che puzza o che ha addosso troppo profumo, e, alla pari, il genitore disattento che non tiene sotto controllo il comportamento dei figli.

GALATEO DI BORDO
Dallo studio emergono le differenze di atteggiamento dei viaggiatori di nazionalità diverse. Per esempio, i più disponibili a fare cambio di posto in aereo sono gli statunitensi (42%), i meno propensi invece sono olandesi e giapponesi (21%). Questi ultimi sono anche quelli meno inclini ad aiutare un passeggero malato (19%), al contrario degli austriaci (57%) che invece offrono spesso un fazzoletto o una caramella per la tosse.

I francesi (61%) sono quelli che si fanno meno problemi ad affrontare direttamente un passeggero che scalcia il sedile da dietro, gli austriaci (60%) i più diretti nel reclamare il bracciolo da un vicino che lo sta monopolizzando. Di fronte a un passeggero che si comporta in modo maleducato con gli assistenti di volo, in generale il 40% dei viaggiatori preferisce fare finta di nulla, mentre i più solleciti a intervenire sono gli indiani.


Leggi anche:
- Ecco come fare a tenere tranquilli i bambini in aereo
- Posti in aereo, pagare per sedersi vicini non serve. Ecco perché
- Primo volo a rifiuti zero, per un mondo senza plastica