Foto: william87/iStock
Foto: william87/iStock
L'Italia è piena zeppa di eccellenze enogastronomiche legate al territorio e il buonissimo lardo di Colonnata è una di quelle più famose al mondo. È un alimento grasso, questo va da sé, ma, soprattutto se mangiato nei luoghi di produzione, è un cibo sano e prelibato, che merita più di uno strappo alla dieta (sempre che se ne segua una). Ecco perché vale la pena di fare un salto alla Festa del lardo di Colonnata.

FESTA DEL LARDO DI COLONNATA: DOVE E QUANDO
La festa dura da mercoledì 16 a domenica 20 agosto 2017 e si svolge a Colonnata, paese della provincia di Massa e Carrara che è famoso anche per le cave di marmo: sorge infatti nell'entroterra toscano, su una collina circondata da montagne e da cave ormai secolari (che possono essere visitate). Due consigli, per chi vi si reca: portarsi dietro gli occhiali da sole, perché quando splende sopra la piazza con pavimentazione di marmo i riflessi sono micidiali, e fare caso ai nomi delle strade, spesso intitolate ad anarchici. Ultimo dettaglio: la parte finale della strada che porta a Colonnata sarà chiusa, nel periodo della Festa: si parcheggia a valle e si prende la navetta che porta in centro paese.

IL LARDO DI COLONNATA
Come suggerisce il nome, si tratta di un salume tipico del paese di Colonnata che gode del marchio di indicazione geografica protetta (IGP). La particolarità unica di questo prodotto è che riposa in conche di marmo di Carrara strofinate con aglio e contenenti strati alterni di lardo di suino e di aromi (pepe, cannella, chiodi di garofano, coriandolo, salvia e rosmarino). Proprio le conche di marmo consentono una stagionatura con temperatura e umidità particolari, che determinano la consistenza e il sapore finali: il vero lardo di Colonnata si scioglie in bocca e ha un gusto deciso ma non eccessivo.

Leggi anche:
- Tanz im August, in festival di danza di Berlino
- Rossini Opera Festival, tutto sull'edizione 2017
- Time in Jazz 2017, il festival di Paolo Fresu