Fano dei Cesari
Fano dei Cesari

Fano, 22 giugno 2018 - Manca ancora un po', ma conviene giocare d’anticipo e prenotare un alloggio: infatti Fano dal 9 al 15 luglio vedrà arrivare turisti da tutta Italia, per un evento unico nel suo genere: la 'Fanum Fortunae- La Fano dei Cesari'. Si tratta di una rievocazione storica (che torna dopo 7 anni) che ci farà fare un salto a ridosso nel tempo di… ben 2000 anni! E ci si troverà nella Fano Romana, con la brulicante vita dell’epoca, i mercati, gli accampamenti, le sfide, fino alla 'Corsa delle Bighe' che, tanto per restare in tema, si disputerà di fronte all'Arco di Augusto, rimasto pressoché intatto nei secoli. Da non perdere (e soprattutto da non sottovalutare!) la storica rivalità tra le 4 fazioni cittadine (il Cinghiale, il Lupo, il Delfino e la Volpe): in una grande arena di sabbia appositamente allestita si terranno ogni giorno dispute, gare di sport antichi, ma anche spettacoli che si preannunciano molto coinvolgenti. Ed eccoci al clou della manifestazione, la “Corsa delle bighe” che rappresenterà, domenica 15 luglio, la conclusione di questo evento. Preceduto da un corteo di persone in abiti e mezzi d’epoca, avrà inizio la sfida finale.

Dopo la nomina dell’auriga di ciascuna fazione, 4 bighe correranno a perdifiato in una straordinaria location, il 'Pincio' di Fano, (con mura romane e resti perfettamente conservati), per disputarsi il titolo di campione della “Fano dei Cesari 2018”:. Le serate di “Fanum Fortunae – La Fano dei Cesari” non potranno prescindere da feste e balli (gli antichi romani, si sa, erano dei gaudenti…),e fra le feste a tema da non perdere la Notte degli Dei che si svolgerà sabato 14 luglio: anche qui si farà un salto indietro nel tempo, con bevande, cibi e balli dell’epoca, che coinvolgeranno non solo il centro storico ma tutta la città alla zona del mare.

I 60mila abitanti di Fano da tempo si preparano a questa full immersion in un lontano passato: almeno 500 figuranti già si sentono in epoca romana, pronti ad impersonare legionari, diventare mercanti al 'Macellum' per la gioia dei turisti in vena di shopping di altri tempi. Perché se la parte ludica ed atletica sarà rilevante, anche la vita di tutti i giorni sarà ben rappresentata: una Domus Romana e gli accampamenti che saranno installati nel centro con tende, cucine e trabucchi alti fino a 9 metri renderanno l’excursus nel passato sempre più realistico! Ovviamente la gastronomia sarà in primo piano, e le prelibatezze di questa terra marchigiana si sposeranno a quelle d’epoca romana: gli chef da tempo stanno studiando le ricette del passato e chi le ha assaggiate in anteprima assicura che fanno venire l’acquolina in bocca. Realizzare “Fanum Fortunae” ha richiesto molti sforzi congiunti: quello dell’amministrazione comunale e dalla Proloco Fanum Fortunae, di decine di associazioni cittadine, dei commercianti che allestiranno a tema i propri locali e vestiranno panni romani, di rievocatori storici come la 'Legio Prima Italica', (nota al pubblico per la collaborazione con i programmi storici di Piero Angela), o come la Colonia Iulia Fanestris e la Simmachia Ellenon che, con le loro rievocazioni, girano tutta l’Italia. E naturalmente è e sarà importantissimo l’impegno degli abitanti di Fano, che in moltissimi, insieme ai professionisti, si caleranno, in abiti d’epoca, in quel periodo lontano nel tempo, ma nel quale affondano le radici della loro storia.

gloriaciabattoni@gmail.com