Secondo gli esperti la temperatura giusta in camera da letto dovrebbe essere intorno ai 18° con un tasso di umidità del 50% . Per quanto riguarda invece il calore “sottocoperta” la temperatura ideale è soggettiva e per questo è necessario variare il peso della biancheria da letto.

Morbidi e decisamente pratici, i copripiumini sono sempre i più venduti, ma quale scegliere? Tutto dipende dal tipo di imbottitura e da quanto vogliamo spendere. La migliore e più costosa, è senza dubbio la piuma d’oca, ovvero quella naturale.

Meno pregiati e quindi meno costosi sono i piumini o copripiumini realizzati in piume d’anatra, in ogni caso di qualità superiore alla piuma sintetica.

Dell’imbottitura non dobbiamo considerare solo la tipologia ma anche la quantità, caratteristica che determina quanto caldo tiene il piumino.

Per chi preferisce dormire tra lenzuola e coperte, meglio puntare sulla pura lana. Anche se più leggera rispetto alla piuma, è naturale, termoregolatrice e traspirante, basta scegliere quella più adatta alla stagione. In questo caso si potrà scegliere del morbido cachemire e cammello, considerate le più calde anche se leggere. Per i più freddolosi meglio optare per un cachemire a 4 o 6 fili.