Foto: solarseven/iStock
Foto: solarseven/iStock
A guardarla in foto o in video un'eruzione solare, con annessa tempesta, è un fenomeno di straordinario fascino e difficilmente ci fermiamo a ragionare sulle eventuali conseguenze negative che questo fenomeno può avere sulla Terra. Una recente ricerca, pubblicata su Space Weather e svolta analizzando gli archivi storici della marina statunitense, ha però rivelato un effetto collaterale spaventoso: la tempesta del 4 agosto 1972, particolarmente violenta, provocò la simultanea esplosione di numerose mine subacquee disseminate al largo del Vietnam del Nord.

LA TEMPESTA SOLARE DEL 1972

Il Sole ci riscalda e illumina perché è un'enorme palla di fuoco che genera energia attraverso processi di fusione nucleare. Talvolta queste esplosioni producono un'emissione di materia dalla corona e questo produce il cosiddetto vento solare, un flusso di particelle che di solito raggiunge la Terra nel giro di 24-36 ore e che disturba il campo magnetico terrestre. La tempesta solare del 4 agosto 1972 fu particolarmente violenta, tanto che il vento solare raggiunse il nostro pianeta nel tempo record di 14,6 ore.

LE MINE SUBACQUEE ESPLOSE
Nel 1972, al largo delle coste del Vietnam del Nord e nell'ambito della guerra terminata nel 1975, la marina degli Stati Uniti aveva piazzato una serie di mine progettate per esplodere qualora fossero state sfiorate da una nave. Nessuno aveva però pensato di schermarle dall'effetto del vento solare e così numerosi sensori magnetici degli ordigni vennero ingannati dal disturbo del campo magnetico terrestre, portando all'esplosione simultanea di decine di bombe.

Immediatamente vennero prese contromisure e il governo statunitense incaricò i suoi esperti di costruire nuovi modelli di mine che ovviassero al problema, ma l'intera storia è riemersa solo di recente, a decenni di distanza, proprio grazie all'indagine sugli archivi storici della marina.

UN ESEMPIO DI ERUZIONE SOLARE


Leggi anche:
- Il buco nell'ozono si sta riducendo ancora
- Elefanti senza zanne, l'evoluzione contro i bracconieri
- L'uomo che sta cercando la Guinness più buona d'Irlanda