Una scena di 'Tango & Cash' - Foto: Warner Bros.
Una scena di 'Tango & Cash' - Foto: Warner Bros.
Viviamo in un'epoca che non disdegna sequel, prequel e remake, e che ha un debole per i film degli anni Ottanta: non sorprende dunque che Sylvester Stallone voglia fare il sequel di 'Tango & Cash', commedia d'azione del 1989 che lo vedeva recitare accanto a Kurt Russell. Trasformare il desiderio in realtà potrebbe essere difficile, però, anche perché la co-star dell'epoca non è convinta che sia una buona idea.

Tango & Cash, il sequel

Scritto da Randy Feldman e diretto da Andrei Konchalovsky, 'Tango & Cash' racconta la storia di due validissimi agenti della polizia di Los Angeles, che vengono incastrati dal potente boss della malavita Yves Perret e condannati ingiustamente al carcere. Per evitare di essere uccisi dai detenuti, molti dei quali sono dentro proprio per merito di Tango e Cash, i due evadono e poi iniziano una rocambolesca corsa per dimostrare la loro innocenza e sconfiggere una volta per tutte Perret.

Accolto con più di una perplessità dalla critica, il film non sfondò al botteghino. Con il trascorrere degli anni ha però conquistato un piccolo posto nel cuore di coloro che amano e hanno amato le commedie d'azione degli anni Ottanta. Forse proprio questo fatto ha spinto Sylvester Stallone ad accarezzare l'idea di un sequel.

Bisogna convincere Kurt Russell

Intervistato dal magazine statunitense Fandango, Stallone ha detto di averne parlato con Kurt Russell, ma che lui si è detto dubbioso. La ragione è che sono ormai passati trent'anni e che i due attori non sono più dei giovanotti in ascesa: ora Stallone ha 73 anni, Russell 68 e, per quanto le loro carriere non siano affatto terminate, non sono più molto credibili nei panni degli eroi d'azione capaci di sopportare un colpo dopo l'altro con il vigore della gioventù.

A quanto pare ciò non ha scoraggiato Sylvester Stallone, che resta convinto della validità di 'Tango & Cash 2' e che ha dato appuntamento al collega tra qualche tempo (non è chiaro quanto) per ridiscutere il progetto e cercare di convincerlo.

Purtroppo non sappiamo quale sia lo spunto narrativo sul quale i due stanno discutendo. Scommettiamo che li vedrebbe in azione in prima persona, perché la saga di 'Rambo', quella di 'Rocky' e quella degli 'Expendables' testimonia che Stallone non ha voglia di fare il vecchietto e ci tiene a confermarsi un uomo che affronta l'azione in prima linea.

Leggi anche:
- The Rhythm Section, il film: Blake Lively in cerca di vendetta
- Dark Waters, il trailer: Mark Ruffalo contro un colosso della chimica
- La storia fantastica, ipotesi remake. Ma il Web insorge