di Giuseppe Tassi

Nel cupo 2020 Suzuki è stata la reginetta nel mercato dei privati: la numero uno tra i marchi stranieri che operano in Italia. La forza del brand è nella qualità tecnologica abbinata a prezzi contenuti.

Ma il vero asso nella manica della casa giapponese è stata la scelta convinta di realizzare un’ intera gamma ibrida. Al mild-hybrid da 12 o 48 volt (Swift, Vitara, Ignis, S-Cross) si aggiungono oggi l’ibrido plug-in del Suv Across e il full-hybrid di Swace, l’ultima nata in famiglia. È un’auto che va controccorrente: una berlina a due volumi in piena era Suv. Ma è anche il degno completamento di una gamma alla quale mancava un’ "ammiraglia", come la definisce con passione il testimonial Davide Cassani, ct della nazionale italiana di ciclismo, che presta volto e voce agli spot Suzuki.

Swace è ibrida al cento per cento. Nel suo sistema abbina infatti un propulsore a benzina 1.8 da 98 cv a due motori elettrici. Il primo funge da motorino di avviamento e generatore di energia, il secondo garantisce la spinta con 72 cv di trazione elettrica. La potenza complessiva è di 122 cv con consumi che si attestano sui 4,5 l100 km ed emissioni di 103 gkm. L’auto, ovviamente, non ha bisogno di ricarica, perché rigenera l’energia elettrica con decelerazioni e frenate e puo’ percorrere fino a 1 km a emissioni zero.

Berlina di stampo classico (ricorda Toyota Corolla e Hyuindai i30), la Swace esibisce un frontale sportivo con bocca esagonale nella calandra e gli stretti fari full led integrati nel design. La linea di cintura e la posizione di guida sono insolitamente alti, i cerchi in lega da 16 pollici eleganti. Negli interni stile sobrio, cromature eleganti, schermo centrale da 8 pollici collegabile al cellulare, volante riscaldato in pelle e condizionatore intelligente che risparmia energia. Sul cruscotto un bel cokpit digitale da 7 pollici. Comodissimi i posti posteriori, con molti vani portaoggetti e ampio bagaliaio da 596 litri.

La tecnologia plug-in hybrid assicura una potenza di 207 volt che si applicano a quattro modalità di guida: Eco, Normal, Sport ed Ev, cioè puro elettrico. Eccellenti i sistemi di scurezza attiva, arricchiti dal parchieggio automatico. Alla guida, Swace si mostra solida e reattiva. Ottima sul passo e nel disegnare le curve, mostra qualche ritardo nell’erogazione nelle modalità Eco e Normal, una caratteristica legata al cambio a variazione continua. Selezionando sport invece, la risposta del motore ai cambi di ritmo è molto è più pronta e grintosa. Importata in due versioni (Cool e Top) a partire da 29.500 euro, la berlina giapponese punta a vendere 1500 unità.