di Ciro Vestita

Secondo gli storici, la più grande battaglia navale di sempre non avvenne nella prima guerra mondiale e nemmeno nella seconda ma ben 2250 anni fa a Ecnomo in Sicilia. Nel 254 a.C., nel quadro della prima guerra punica, ben 350 navi romane si scontrarono con altrettante cartaginesi: in questo micidiale scontro perirono ben 140.000 soldati. Nella battaglia di Lepanto per intenderci ’solo’ 190 galere e sei galeazze; nella battaglia delle Midway nel ’42 ’appena’ 200 navi; a Ecnomo invece ben settecento navi che presto navigarono in un un mare di sangue. Contro tutti i pronostici vinsero i Romani che fino a pochi anni prima erano solo rozzi contadini senza alcuna esperienza marinara. Cartagine invece aveva la più grande flotta del Mediterraneo con, nel loro palmares, ammiragli del calibro di Annone che nel 500 a. C. riuscì con la sua bravura ad arrivare addirittura in Scandinavia. Ma i Romani erano ingegnosi: anni prima avevano rubato una triremi ai cartaginesi, l’avevano smontata ricostruendone poi tante uguali, arricchendole di un rostro in bronzo sulla prua con cui sfondare le navi avversarie.

Ma perché la Sicilia era così ambita? Semplice: i Cartaginesi erano i più grandi esportatori di frutta nel bacino mediterraneo, frutta maturata al sole della Sicilia, in primis limoni, carrube, cedri che essi ritenevano veri farmaci contro le tante patologie del tempo. Ed avevano ragione perché ad esempio con i limoni essi non ebbero mai un caso di scorbuto, tremenda malattia dovuta alla assenza di vitamina C, assenza che, ad esempio, aveva decimato per secoli la marineria inglese nel 1700.

Anche al giorno d’oggi i risultati in campo medico con le terapie naturali sono spesso immensi ma nessuno ne parla; ho sempre ritenuto, ad esempio, che il limone faccia degli autentici miracoli. Spesso mi accade di avere in studio pazienti che da anni soffrono di faringiti ricorrenti accompagnate da febbre violenta. Il frequente uso di antibiotici in genere debilita fortemente questi soggetti. Il tampone faringeo in genere non evidenzia batteri e quindi le faringiti sono senz’altro su base virale (ove gli antibiotici non fanno nulla). Prescrivo semplicemente un succo di tre limoni al mattino e in genere il soggetto non si ammala più. Per me non è una novità: questi episodi curativi e risolutivi sono frequenti. Per non parlare del potere dei limoni contro il colesterolo in eccesso.