30 gen 2022

STREETWEAR IL SOL LEVANTE DI WOOLRICH

eva desiderio
Magazine

di Eva Desiderio

Woolrich ha tre anime: l’americana, l’europea-italiana e la giapponese. E una mission sempre attuale: lavorare sulla qualità e affidabilità del prodotto e non più solo sulla stagione invernale del grande freddo col pezzo icona, quell’Arctik Parka che ha sedotto tantissime generazioni. In più, aggiunge Andrea Canè, direttore creativo del brand fondato in Pensylvania nel 1830, "oggi vogliamo trasformarci in un marchio di lifestyle e occuparci di vestire tutte le stagioni, per uomo e per donna". Risultato raggiunto alla presentazione della Milano Fashion Week con una collezione ricca, piena di vita e di colore. Vari pesi anche per l’inverno 2022-2023, con capi a strati, scomponibili a seconda del clima e delle occasioni e largo impiego di tessuti riciclati. "La nostra filosofia produttiva pone costante attenzione alla salute del Pianeta e alla sostenibilità", spiega Canè.

La trasformazione in marchio di lifestyle e per tutte le stagioni (anche se l’autunno-inverno resta preponderante) permette a Woolrich di distinguersi dalla concorrenza. Molti brand, soprattutto canadesi, in anni recenti hanno tentato la conquista dell’Europa. Woolrich però lo fa da molti anni. Nel 2018 il brand è stato venduto da WP Lavori in Corso di Cristina Calori al fondo L-Gam per l’80% e per il restante 20% alla società giapponese Goldwin, specializzata in capi tecnici outdoor. L’attuale Ceo del marchio che nei 1850 ha lanciato il classico abbinamento del rosso e del nero per il Buffalo Check Print da coperte e giacconi, camicie e shopper di stoffa, è Stefano Saccone, specializzato nelle linee premium outwear, sostenitore dello slogan "fatti per durare", tanto da aver lanciato un interessante progetto di remise en forme.

Ora arriva una novità, dal Giappone, testimone dell’anima orientale di Woolrich. E’ la collezione capsule che vede Woolrich allearsi con Bathing Ape (o Bape), un marchio fondato da Nigo (Tomoaki Nagao) a Ura-Harajuku nel 1993. Nigo, aprì il suo primo negozio il 1º aprile 1993 a Tokyo con il nome ’Nowhere’. Il brand è considerato oggi una delle icone dello streetwear Hype e possiede 19 negozi in Giappone, tra cui Bape Stores, Bape Pirate Stores, Bape Kids Stores, Bapexclusive Aoyama e Bapexclusive Kyoto. La co-lab include la reinterpretazione in chiave moderna dell’Arctic Parka, di una coperta e di un cuscino ApeHead, a cui si aggiunge una t-shirt logo con la grafica distintiva di Bape, unita al tradizionale motivo Buffalo Check a quadri rossi e neri di Woolrich, mentre la t-shirt è una fusione di entrambi gli elementi iconici.

L’Arctic Parka è realizzato in tessuto jacquard misto lana. Il design combina il pattern Buffalo Check con il celebre Bape Camo. Anche la coperta è caratterizzata dalla combinazione di entrambi i motivi grafici. Il rovescio è realizzato in lana tinta unita e caratterizzato dal logo oversize della collaborazione. La collezione Bape x Woolrich è disponibile nei negozi Bathing Ape, nei flagship e sull’e-shop di Woolrich e sull’e-commerce di Bape dallo scorso 22 gennaio e rafforza il progetto di co-lab stilistiche lanciato dal brand Usa, che conta nomi come Hollywood, Beams, Stussy e Aimé Leon Dore e Mastermind Japan.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?