Dettaglio del poster - Foto: Netflix
Dettaglio del poster - Foto: Netflix

Zerocalcare ha dichiarato di avere realizzato 'Strappare lungo i bordi' solo dopo avere avuto garanzie da Netflix che avrebbe goduto della massima libertà: a quanto pare ciò a pagato e ora la serie TV d'animazione viene recensita con toni che vanno dall'entusiasmo all'estatico. Esce in streaming su Netflix mercoledì 17 novembre e questo significa che i fan di Michele Rech, in arte Zerocalcare, devono solo attendere poche ore prima di poterla vedere. È il momento di dare un paio di coordinate, per orientarsi.
 

'Strappare lungo i bordi', tutto sulla serie animata

Più che una trama vera e propria, che pure c'è, 'Strappare lungo i bordi' è un flusso di coscienza agrodolce nel quale il protagonista si interroga su se stesso e ciò che lo circonda, trovando più dubbi che risposte ma nel contempo rinsaldando il legame d'amicizia con gli amici di sempre.

La serie TV è quasi interamente opera di Zerocalcare, che l'ha disegnata, scritta, diretta e che ha doppiato tutti i personaggi con l'unica eccezione dell'Armadillo (ha la voce dell'attore Valerio Mastandrea). Uno sforzo produttivo e creativo notevole, anche al netto dell'ormai lunga esperienza di Rech, classe 1983, uno dei più amati e celebrati fumettisti del panorama italiano contemporaneo, autore di opere come 'La profezia dell'armadillo', 'Dimentica il mio nome' (secondo posto al Premio Strega Giovani) e 'Kobane Calling'. E uno sforzo notevole anche perché ha voluto divertirsi "a sperimentare" e nel contempo "alzare l'asticella, sfruttare di più il mezzo video in termini di regia, di movimento, mantenendo però il mio linguaggio e i miei temi e continuando ad avere il controllo totale sulla storia".
 


Il trailer

Le recensioni e come guardare la serie TV

In generale la critica italiana sta scrivendo recensioni entusiaste, lodando l'effettivo la lavoro sulla specificità del mezzo animato, dunque riconoscendo a Zerocalcare il fatto di non essersi adagiato sugli allori già padroneggiati. Grande entusiasmo anche per come riesce a dare voce a una generazione che fatica a trovare il proprio posto nel mondo e per come sa seguire un flusso di coscienza molto libero senza dimenticare di focalizzarsi quanto serve su momenti di grande impatto. Unico dubbio è che un prodotto così d'autore possa dire meno a coloro che non appartengono alla sua generazione, o che non hanno la medesima sensibilità. Ma è un dubbio che non inficia il giudizio complessivo.
Ultimi dettagli: 'Strappare lungo i bordi' è composta da 6 episodi di un quarto d'ora l'uno. Netflix li pubblica all'interno del proprio catalogo di contenuti in streaming il 17 novembre.