Kate Middleton, Kate Moss, Emma Watson e il principe Carlo
Kate Middleton, Kate Moss, Emma Watson e il principe Carlo

Roma, 5 dicembre 2019 - Dicembre, tempo di stivali. Il doodle di Google di oggi, 5 dicembre 2019, è dedicato ad un oggetto e non ad un personaggio famoso. Stiamo parlando degli stivali Wellington, che in Italia conosciamo come stivali antipioggia, o stivali di gomma, di quelli che i bambini indossano per sguazzare nelle pozzanghere tenendo i piedi all'asciutto. 

Stivali Wellington: il doodle 

Le ragioni della celebrazioni di queste calzature si legano al record di un "anniversario climatico" che cade proprio oggi. Il 5 dicembre del 2015 fu il giorno più piovoso nella storia del Regno Unito, in cui caddero 34 centimetri di pioggia in sole 24 ore nella contea inglese di Cumbria, al confine con la Scozia.

Doodle di Google sugli stivali Wellington (Google)

Il duca di Wellington e i Wellis

Ed affonda ancora nel Regno Unito l'origine degli stivali di gomma, oggi convertiti a veri e propri oggetti di culto dal design sofisticato, che impazzano fra le fashion victims. Il duca di Wllington, Arthur Wellesley, nella prima metà dell'Ottocento ebbe l'idea di creare queste calzature, perfette per affrontare la ricorrente pioggia inglese e il fango delle campagne. Il grande condottiero e politico britannico si ispirò al modello assiano, molto in voga in quegli anni, che arrivava quasi al ginocchio e prevedeva una nappa decorata sul bordo. Wellington rese gli stivali più pratici eliminando il bordo, aumentando l’aderenza della gamba dello stivale e accorciandoli al polpaccio. Richiese inoltre specifiche lavorazioni e lucidature della pelle, in modo da favorire l'impermeabilizzazione.

Il duca lanciò così una moda, quella degli stivali Wellington o Wellis, che a distanza di quasi due secoli porta ancora il suo nome. Queste calzature furono ulteriormente rivoluzionate con la diffusione della gomma vulcanizzata a metà del XIX secolo, che le rese perfette per il clima britannico ed economicamente alla portata di tutti. 

A creare il doodle è stato l'inglese Matt Cruickshank, che ha spiegato: "Il wellie Doodle ha un design semplice, solo le due O si stanno muovendo. Il mio approccio è stato quello di provare qualcosa di spensierato e catturare il divertimento che si prova saltando nelle pozzanghere con i wellies, come facevo durante l'infanzia."

Kate Middleton in stivali di gomma a un campeggio nel Kent (Afp)

Tutti (i Vip) pazzi per gli stivali Wellington

Sembrerà strano, ma in città gli stivaloni di gomma fanno chic. Dipende sempre da chi li porta, ovviamente, e dal tipo di abbinamento. Sguazzano nelle pozzanghere di Londra duchesse come Kate Middleton e Meghan Markle: entrambe infilano i jeans nell'ampio gambale e via, per un giro al parco o un tour di shopping, rinunciando ai tacchi (amatissimi soprattutto dall'ex attrice). 
Attrici e modelle appoggiano la tendenza: Liv Tyler sceglie il modello 'basic' verde da pescatore, ma valorizza il tutto con una mini svolazzante a fiori. Anche Reese Witherspoon è stata avvistata in città con i Wellington, scegliendo un giallo acceso - un po' da bambina - per sottolineare il coraggio della scelta. Alessandra Ambrosio cerca d'individuarne la praticità e li sfoggia all'uscita della palestra: scivolano sui pantaloni della tuta che è un piacere. E ancora, con gli stivaloni sono state viste anche l'ereditiera Nicky Hilton, che li abbina a un rigoroso trench, e la cantante britannica Leone Lewis, che ne sceglie un modello patriottico: con sopra stampata la Union Jack.

Poi c'è il capitolo Glastonbyry Festival, molto frequentato dalle star. Con gli stivaloni di prammatica sono state viste - tra le altre - Emma Watson e Kate Moss. E visto il clima piovoso della Gran Bretagna, anche il principe Carlo, in campagna, ama indossare stivali di gomma.