Alain Delon, 85 anni, dopo l’ictus del 2019 da cui si è ripreso,. ha annunciato qualche tempo fa di avere una nuova fidanzata (Hiromi) e che vorrebbe fare il film della vita
Alain Delon, 85 anni, dopo l’ictus del 2019 da cui si è ripreso,. ha annunciato qualche tempo fa di avere una nuova fidanzata (Hiromi) e che vorrebbe fare il film della vita
di Silvia Gigli Una doccia fredda tanto inaspettata quanto umiliante. L’attore francese Alain Delon, 85 anni, celeberrimo in Europa per la sua leggendaria bellezza, per l’amore intenso e sfortunato per Romy Schneider, e per film come “Il Gattopardo”, “Rocco e i suoi fratelli”, “La piscina”, vincitore di un Cesar e dell’Orso d’oro, non si può certo considerare un tipo qualsiasi, un parvenu da prendere in giro così, per ingannare il tempo. E invece è accaduto proprio questo. Il 7 luglio scorso il settimanale francese Paris Match aveva titolato con orgoglio “La leggenda del cinema francese avrà la sua stella su Hollywood Boulevard”....

di Silvia Gigli

Una doccia fredda tanto inaspettata quanto umiliante. L’attore francese Alain Delon, 85 anni, celeberrimo in Europa per la sua leggendaria bellezza, per l’amore intenso e sfortunato per Romy Schneider, e per film come “Il Gattopardo”, “Rocco e i suoi fratelli”, “La piscina”, vincitore di un Cesar e dell’Orso d’oro, non si può certo considerare un tipo qualsiasi, un parvenu da prendere in giro così, per ingannare il tempo.

E invece è accaduto proprio questo. Il 7 luglio scorso il settimanale francese Paris Match aveva titolato con orgoglio “La leggenda del cinema francese avrà la sua stella su Hollywood Boulevard”. L’articolo spiegava che “Hollywood offrirà il suo boulevard o almeno una stella con il suo nome sopra, al “Samurai”. È stato sulla scia della trasmissione di TV5 Monde del programma di Cyril Viguier, “Alain Delon di fronte al mondo”, che è arrivato l’invito. La star ha programmato di partecipare alla cerimonia, prevista prima degli Oscar, circondata dai suoi tre figli, Anthony, Anouchka e Alain-Fabien“.

Peccato che, a quanto pare, sia tutto un bluff. Si ignorano le fonti di Paris Match ma, ad oggi, quello che è certo è che per monsieur Delon non ci sono stelle. A stretto giro di posta, Ana Martinez, la “produttrice” della Walk of Fame e vicepresidente responsabile delle relazioni con i media presso la Camera di commercio di Hollywood, ha smentito categoricamente: "È sbagliato. Delon non è mai stato selezionato. Possiamo esaminare solo le domande che sono state presentate. Ma la sua non ci è mai arrivata. Sono costernata nell’apprendere che Paris Match abbia rilasciato queste informazioni senza nemmeno chiamarci per ottenere conferma". Il settimanale francese, dal canto suo, aveva scritto che il progetto era in ponte da diversi mesi e che era stato ritardato dalle condizioni fisiche di Delon e dalla pandemia. Aveva inoltre fatto presente che l’attore sarebbe dovuto andare in California con i figli Anouchka, Anthony e Alain-Fabien. Nessuna certezza sulla data ma quasi sicuramente la cerimonia si sarebbe svolta con i prossimi Oscar, a fine marzo 2022.

Per Delon, che da giovane aveva più volte cercato di conquistare Hollywood senza mai riuscirci, il tributo era più di un sogno. Adesso, la smentita suona come una beffa. Ogni anno sono circa 200 le candidature che vengono ricevute dal comitato di selezione: ne vengono scelte 20. I prescelti, che devono pagare 50mila dollari di tasse, si uniscono alle altre 2.700 personalità che hanno già la loro stella sul Walk of Fame. Tra i francesi presenti, spiccano Jean Renoir, Sarah Bernhardt, Maurice Chevalier, Maurice Jarre e Charles Aznavour.

Intanto il vecchio leone non molla la presa. Dopo aver rischiato la vita due anni fa per un ictus, ha ritrovato slancio accanto ad una nuova compagna, Hiromi, e progetta un ultimo film per chiudere il bellezza la sua carriera. Nel frattempo tutti i suoi grandi amori, sono scomparsi. L’ultimo addio è stato quello all’ex moglie Nathalie. Pensa mai alla morte? “il mondo di oggi non mi piace, non mi assomiglia, lo trovo spesso rivoltante. Avrò davvero pochi rimpianti quando verrà il momento di lasciarlo”. Stella o non stella, il Samurai non ammette cedimenti.