"Il 2021 nasce sotto il segno dello spumante italiano e mi piace immaginare che la ripresa del nostro Paese passi anche da qui": lo dice Riccardo Cotarella (foto), presidente di Assoenologi. "In queste festività - spiega - le famiglie hanno scelto lo spumante classico che sta riscuotendo successo. Alle zone vocate come Franciacorta, Oltrepò Pavese, Trentino, Piemonte, se ne aggiungono altre. Penso al Montonico dell’Abruzzo, al Gaglioppo della Calabria, al Nerello mascalese dell’Etna, al Negramaro della Puglia".