Domenica 14 Luglio 2024
CRISTIANA MARIANI
Spettacoli

Ascolti tv Rai e Mediaset, i programmi top e flop all’inizio della stagione: chi rischia già la chiusura

La differenza fra reti televisive generaliste e piattaforme streaming sta diventando sempre più marcata, ma i palinsesti non sembrano per ora sempre essere in grado di reggere l’urto

Pino Insegno a Il Mercante in Fiera

Pino Insegno a Il Mercante in Fiera

Quali sono i programmi tv promossi e quelli bocciati dal pubblico dei palinsesti di questo inizio di stagione autunnale? Le rivoluzioni operate dai vertici di Rai e Mediaset in estate non sembrano aver per ora convinto tanto da far pensare alla necessità di correttivi. Peraltro anche entro breve. In alcuni casi, come ad esempio il Grande Fratello, qualche modifica è già stata applicata. Seppur con scarsi risultati dal punto di vista di audience e share.

Quali sono i programmi top di questo inizio di stagione televisiva autunnale? Spoiler: in questo elenco non compaiono le novità o le trasmissioni che hanno vissuto cambiamenti sostanziali. Tradotto: il pubblico italiano delle reti generaliste è abitudinario. A differenza delle piattaforme streaming, sulle quali si va alla ricerca di nuove serie tv, film appena usciti, documentari particolari o reality show trasmessi su canali stranieri, nella tv tradizionale si vuole trovare, appunto, la tradizione.

Ecco quindi che i programmi che hanno raccolto le maggiori soddisfazioni dall'Auditel sono 'La vita in diretta', 'Uomini e Donne', 'Amici', 'Tu sì que vales' - seppur siamo solo all'inizio -, 'Striscia la notizia', 'Reazione a catena', 'Affari tuoi' e 'Caduta libera!'. Guardacaso i conduttori sono Alberto Matano, Maria De Filippi, Marco Liorni, Amadeus, Gerry Scotti. Tutti volti riconosciuti e riconoscibili, personaggi che sono ormai entrati nelle case degli italiani. Discorso a parte per 'Striscia la notizia', che però ha sempre dovuto il proprio successo alla formula del programma più che ai conduttori.

Menzione d'onore per le soap opera: l'intramontabile 'Beautiful' - più di 8.000 puntate e non sentirle minimamente - e la new entry 'Terra amara' in particolare.

Quali sono programmi flop? La maggior parte sono tonfi annunciati, debacle dal punto di vista degli ascolti tv che si sarabbero dovute evitare ma che forse per l'ego smisurato di qualcuno si è continuato nell'errore. Basti pensare al Pomeriggio 5 di Myrta Merlino: formula troppo impostata per il pubblico di quella fascia pomeridiana e di quel canale, un confronto troppo ingombrante con Barbara D'Urso - peraltro cacciata in malo modo e quindi di fatto quasi televisivamente "santificata" proprio per aver ricevuto il trattamento peggiore dai tempi di Del Piero con la Juventus -, argomenti trattati inadatti a un pubblico abituato a ricercare su Canale 5 un certo tipo di leggerezza e di "chiacchiericcio". Oltre a una conduzione decisamente rigida. Conduzione che ormai ha fiaccato il pubblico è anche quella di un Grande Fratello che, arrivato ormai alla quinta puntata, non riesce a ingranare.

La virata verso il "bon ton" - in modo molto annacquato, va detto - da parte di Piersilvio Berlusconi non ha portato bene al reality show più longevo della tv italiana. Un programma ormai decotto, che non sembra avere più nulla da dire nè da dare ai telespettatori. I quali, infatti, non lo premiano. Tranne quella d'esordio, nessuna delle puntate andate in onda sino ad oggi è mai riuscita a toccare quota 19% di share. Sono lontani i tempi in cui Ilary Blasi ci regalava il momento cult con il suo "Io quelli come te li sgamo prima che iniziano a parlare" nei confronti di un Fabrizio Corona paonazzo davanti alla porta rossa. 

Mediaset piange, ma anche la Rai non ride di gusto. Anzi. ‘Il Mercante in Fiera’, cavallo di ritorno di Pino Insegno, ha ceduto di schianto calando nel giro di sole tre puntate sino all’1,9% di share con una media di 357mila telespettatori. Praticamente un’assemblea di condominio. Un tracollo che, viste anche le polemiche che hanno accompagnato l’inizio del programma, suona come un disastro annunciato. “Bisogna dare tempo a un programma nuovo di farsi conoscere – spiegava Insegno dopo la prima puntata -. Andrà sempre meglio”. Il dato è che nel giro di poche serate gli ascolti sono calati di ben due punti. Chissà che nei prossimi giorni possa realmente cambiare qualcosa. Delusione anche per il ritorno di Caterina Balivo con ‘La volta buona’, che tanto buona per ora non sembra essere visto il divario di almeno 3 punti percentuali nel confronto con il pomeriggio condotto da Serena Bortone nella passata stagione televisiva. 

Sono proprio questi tre i programmi che potrebbero essere maggiormente a rischio chiusura, o comunque severo ridimensionamento: Grande Fratello, Pomeriggio 5, La volta buona, Il Mercante in Fiera.