Foto: Vision Distribution
Foto: Vision Distribution
L'omicidio come escamotage per riconquistare la donna di cui si è innamorati è uno spunto narrativo ragionevole solo in presenza di una commedia. E infatti 'Tonno spiaggiato' punta a far ridere il proprio pubblico, complice la presenza davanti alla cinepresa di Frank Matano, ex youtuber e giudice di 'Italia's Got Talent'. Il film esce nelle sale cinematografiche italiane giovedì 10 maggio ed è tempo di capire cosa ci attende.

DI COSA SI TRATTA

'Tonno spiaggiato' è una commedia demenziale e, pur trattandosi del quinto film come attore di Frank Matano, è a tutti gli effetti il primo nel quale può muoversi liberamente: l'ha infatti scritto assieme al sodale Matteo Martinez (che esordisce come regista cinematografico) e ha potuto esplorare territori piuttosto originali per il panorama della commedia italiana.

LA TRAMA
Francesco (interpretato da Frank Matano) ha una trentina d'anni, è un comico di scarso talento ed è innamorato pazzo di Francesca (Marika Costabile). Quando quest'ultima lo pianta e rifiuta categoricamente di riannodare i fili della relazione, lui va in crisi nera. Un giorno, in occasione del funerale della nonna di lei, Francesco si presenta e scopre che il lutto riapre spiragli di tenerezza. Ecco dunque il piano sconclusionato: uccidere un altro parente di Francesca, in modo da riconquistarla. La prescelta è zia Nanna (Lucia Guzzardi), che però si rivela un osso durissimo.

IL TRAILER


MATANO E MARTINEZ
Frank Matano e Matteo Martinez lavorano insieme sin dal 2012, anno nel quale realizzano il cortometraggio 'Apocalypse Gay', storia politicamente scorretta con Cecchi Paone protagonista. Nel 2016 creano la web serie 'Mago Matano', pubblicata sul canale YouTube di Frank, poi iniziano la lunga lavorazione che li porta a 'Tonno spiaggiato'.

SE INTERESSA, ECCO APOCALYPSE GAY


IL PARERE DI CHI L'HA VISTO
Buone notizie per la commedia italiana: la critica nostrana ha sentenziato che 'Tonno spiaggiato' fa ridere e, valore aggiunto, ottiene questo risultato portando in scena una comicità surreale mutuata dall'umorismo statunitense, riuscendo in questo modo a forzare significativamente i confini entro i quali molto cinema comico italiano si è rinchiuso. Non mancano punti deboli, come ad esempio un ritmo altalenante (soprattutto nella prima parte) e attori non sempre all'altezza, ma nel complesso il giudizio è abbastanza positivo.

Leggi anche:
- Loro 2, il film: come termina il Berlusconi di Sorrentino?
- Atomica bionda 2: Charlize Theron torna a menare le mani
- Rambo 5: Sylvester Stallone torna a combattere