Foto: Glen Wilson/Sony Picture Entertainment
Il giustiziere di colore sta per tornare su grande schermo: giovedì 13 settembre esce nelle sale cinematografiche italiane 'The Equalizer 2: senza perdono', action/thriller con Denzel Washington intento a distribuire morte a chi se lo merita. È meno bello dell'originale, dicono i critici statunitensi (dove il film è uscito il 20 luglio), ma al pubblico è piaciuto lo stesso.

THE EQUALIZER 2: SENZA PERDONO

'The Equalizer 2' è il sequel del film uscito nel 2014, che e a sua volta era un adattamento piuttosto libero della serie TV 'The Equalizer', andata in onda su CBS dal 1985 al 1989. Il regista del primo come del secondo film è Antoine Fuqua ('Training Day', 'I magnifici 7') e lo sceneggiatore di entrambi è Richard Wenk ('Professione assassino', 'I mercenari 2', 'Jack Reacher: punto di non ritorno').

Denzel Washington torna nel ruolo protagonista, mentre questa volta non compaiono nel cast Chloe Grace Moretz e Marton Csokas, sostituiti da Pedro Pascal e Ashton Sanders.

LA TRAMA
Robert McCall, ex marine ed ex agente della Defense Intelligence Agency (DIA), si è ritirato a vita privata e all'occorrenza rispolvera le sue doti di sicario per sistemare le ingiustizie che incontra per strada. Quando però la sua migliore amica viene uccisa si imbarca in una missione che non ha nulla a che fare con il benessere della sua città, bensì con la vendetta.

IL TRAILER IN ITALIANO


IL PRIMO SEQUEL DI DENZEL WASHINGTON
Denzel Washington ha ormai una carriera che spazia su oltre cinquanta ruoli, fra cinema e televisione. Curiosamente, non aveva mai preso parte a un sequel prima di 'The Equalizer 2'. E c'è la seria possibilità di rivederlo in azione anche nel terzo capitolo della saga, sempre che si trovino i finanziamenti.

IL PARERE DI CHI L'HA VISTO
Andando a spulciare le recensioni del pubblico e della critica statunitense, emerge che uno dei maggiori pomi della discordia sono le trame secondarie sparse all'interno del film: c'è chi non le ha amate perché non consentono a 'The Equalizer 2' di essere un action dal ritmo indiavolato e chi invece le ha apprezzate perché danno sostanza alle azioni del protagonista evitando che la trama si limiti a tenere insieme le sequenze d'azione. È un'ottima discriminante per aiutare gli spettatori italiani a decidere se vederlo oppure no.

Leggi anche:
- La profezia dell'armadillo, il film dal fumetto di Zerocalcare. Trailer
- Iron Fist, tutte le sfide della stagione 2
- City of Joy, il documentario. Come sopravvivere agli stupri in Congo