Foto: Warner Animation Group
Foto: Warner Animation Group
Giovedì 4 ottobre esce nelle sale cinematografiche italiane un interessante film d'animazione: si intitola 'Smallfoot – Il mio amico delle nevi' ed è una storia con protagonisti gli yeti. Chi l'ha visto ne parla in modo positivo per la capacità di intrattenere il proprio pubblico, anche quello dei giovanissimi, mettendo in scena una valida morale.

SMALLFOOT, IL FILM D'ANIMAZIONE

La storia racconta di una tribù di yeti che da sempre vive nascosta sulle montagne più inaccessibili. Uno di essi, di nome Migo, incontra per caso un essere dai piedi piccoli che tutti pensano sia semplicemente una leggenda: questo fatto lo mette in conflitto con le rigide regole della propria comunità. Allontanato affinché si penta e ritrovi il senno, Migo decide di provare che ciò che ha visto esiste davvero e così si imbarca in un'incredibile avventura.

IL TRAILER IN ITALIANO


CHI C'È DIETRO SMALLFOOT
'Smallfoot' è il quinto film animato prodotto da Warner Animation Group, dopo 'The Lego Movie', 'Cicogne in missione', 'The Lego Batman Movie' e 'The Lego Ninjago Movie'.

È diretto a quattro mani da Karey Kirkpatrick ('La gang del bosco') insieme a Jason Reisig, che è all'esordio dopo essersi fatto le ossa nel reparto animazione di film come 'Kung Fu Panda' e 'Shrek e vissero felici e contenti'.

Karey Kirkpatrick ha anche guidato il team di sceneggiatori che ha scritto 'Smallfoot' adattando per il grande schermo il libro 'Yeti Tracks' di Sergio Pablos.

RIBALTAMENTO DI PROSPETTIVE
La logica narrativa del film, come anche del libro, non è una novità: pellicole d'animazione come 'Monster Inc.' e 'Hotel Transylvania' hanno già messo al centro della trama mostri che temono gli esseri umani sulla base di un fraintendimento (o di false informazioni) e che alla fine capiscono di aver sbagliato e che una pacifica convivenza è possibile. Metaforicamente, questo tipo di messaggio è applicabile anche agli spettatori, invitati a guardare al di là dei preconcetti e delle apparenze e a giudicare solo in base a ciò che davvero conoscono.

IL PARERE DI CHI L'HA VISTO
Il fatto che il tema di fondo di 'Smallfoot' sia già stato utilizzato più volte ha motivato un giudizio tiepido, per quanto mediamente positivo. Se però non assistiamo nulla di originale, lo vediamo declinato piuttosto bene, con un bel ritmo, sequenze divertenti e la capacità di intrattenere il pubblico dei giovanissimi come quello dei più grandicelli.

Leggi anche:
- Papa Francesco: ecco il film di Wim Wenders
- Rocketman: ecco il film su Elton John
- Holmes and Watson, il film: quando Sherlock è stupido