Foto: Steve Parsons/PA Wire/LaPresse
Foto: Steve Parsons/PA Wire/LaPresse
A 76 anni suonati, con una carriera musicale impressionante e un nuovo album in dirittura d'arrivo ('Egypt Station', il 7 settembre), Paul McCartney è senza ombra di dubbio uno dei musicisti più famosi di sempre, grazie all'avventura insieme ai Beatles, ma anche a un sacco di buona musica composta nel periodo post Scarafaggi. Facile dunque approfittare della sua autorevolezza per chiedergli quali sono i suoi musicisti preferiti e perché: ci ha pensato Jarvis Cocker, ex frontman della band Pulp, durante una conversazione sul palco del Liverpool Institute of Performing Arts.

I MUSICISTI PREFERITI DA PAUL MCCARTNEY

McCartney non ha avuto esitazioni e ha risposto "i miei colleghi dei Beatles: John [Lennon], George [Harrison] e Ringo [Starr]". Soffermandosi un po' di più su Lennon, ha aggiunto con un pizzico di ironia che "era piuttosto bravo", affermazione accolta con sorrisi e risate complici dal pubblico. Poi ha aggiunto che "avendo lavorato fianco a fianco insieme a John ho potuto vedere le sue canzoni prima di ogni altro e sono un suo grande fan".

OK, MA A PARTE I BEATLES?
Paul McCartney ha poi indicato un altro nome, quello di Stevie Wonder, dicendo senza mezzi termini che si tratta di "un mostro musicale". Tra l'altro, i due hanno inciso insieme la canzone 'Ebony And Ivory', pubblicata nel 1982 e poi eseguito una quantità di volte, compresa quella del 2010, durante un concerto dal vivo tenuto presso la Casa Bianca.



Leggi anche:
- David Bowie, trovato il primo demo: la rockstar aveva 16 anni
- I fumetti sono letteratura?
- La vodka di Star Trek farà capolino nell'orbita terrestre