Dopo essere stato uno dei pugili più famosi al mondo e aver anche intrapreso una breve carriera come attore (ad esempio in 'Una notte da leoni'), Mike Tyson diventa green e si dedica alla coltivazione della marijuana. Ha infatti annunciato l'apertura di una fattoria di 16 ettari nel deserto del comune di California City.

MIKE TYSON E LA MARIJUANA

A novembre del 2016 lo stato della California ha legalizzato la vendita e la coltivazione della cannabis per uso ricreativo. Ci sono ovviamente delle limitazioni, perché la marijuana non può essere venduta ai minori di 21 anni, non può essere associata alla guida, né può essere consumata nei pressi di scuole o di centri diurni in presenza di bambini. A parte questo, però, è legale. Ed è qui che si inserisce l'iniziativa commerciale di Mike Tyson, che promette di fornire ad esperti coltivatori il massimo controllo sul processo di crescita e di raccolta. Insomma, la qualità prima di tutto.

I CONSUMATORI PRIVILEGIATI
Mike Tyson è un noto sostenitore dell'uso di cannabis a scopo terapeutico e la sua fattoria avrà l'obiettivo primario di fornire trattamenti a base di marijuana alle donne e agli uomini che hanno sofferto di disturbi psicologici durante il loro servizio militare. Accanto a questi consumatori privilegiati, Tyson intende anche accogliere persone comuni e per farlo costruirà un vero e proprio resort, con tanto di anfiteatro per gli spettacoli. Ultimo dettaglio: ci sarà una scuola incaricata di informare gli aspiranti coltivatori sui metodi migliori per avviare questo tipo di business.

Leggi anche:
- Vedremo mai il più lungo tunnel ciclabile d'Inghilterra?
- Jessica Alba, è nato il terzo figlio
- Solo: A Star Wars Story, John Williams compone la musica