Una scena di 'Marseille', stagione 1 – Foto: David Koskas/Netflix
Una scena di 'Marseille', stagione 1 – Foto: David Koskas/Netflix
'Marseille' è la prima serie TV francese prodotta esplicitamente per Netflix, ma la stagione 1, pubblicata nel maggio 2016, è stata accolta dalla critica d'oltralpe con giudizi molto negativi. A partire da venerdì 23 febbraio 2018, in streaming in tutto il mondo, la seconda stagione cercherà di far dimenticare l'accoglienza ricevuta meno di due anni fa.

MARSEILLE, LA SERIE TV: DI COSA SI TRATTA

'Marseille' è quello che negli Stati Uniti viene definito un political drama, cioè il racconto del dietro le quinte della politica, un po' come ad esempio hanno fatto le serie TV 'House of Cards' o 'The West Wing'. Nel caso di 'Marseille', e come suggerisce il titolo, il dietro le quinte in questione è quello dei giochi di potere intorno alla carica di sindaco della città di Marsiglia. Le due fazioni, i fittizi partiti di centro destra e di sinistra, sono evidentemente utilizzati per evocare le coalizioni reali che agiscono a livello nazionale. Analogo discorso vale per la rappresentazione dei sindacati, delle tensioni sociali e degli interessi criminali.

LA TRAMA
Nel corso della prima stagione abbiamo imparato a conoscere i volti principali della vicenda: il protagonista Robert Taro (interpretato da Gérard Depardieu) e Lucas Barres (Benoit Magimel), vale a dire colui che, appartenendo al medesimo partito di centro destra, gli contende la carica di sindaco. Nel corso della seconda stagione continuerà il braccio di ferro tra i due, mettendo contemporaneamente in campo una questione di scottante attualità: i rapporti dei rappresentanti del potere con i rappresentanti dell'estrema destra.

IL TRAILER IN ITALIANO


PERCHÉ È STATA CRITICATA LA STAGIONE 1?
I critici francesi hanno accolto la prima stagione di 'Marseille' con giudizi estremamente negativi. La critica principale riguarda il fatto che sembra una serie TV degli anni Novanta, dunque più vecchia e meno ambiziosa di quanto siamo ormai abituati a vedere. L'autorevole Le Monde, per esempio, ci è andato giù durissimo scrivendo che “gli attori non sono diretti, i dialoghi non funzionano e gli spettatori sono considerati degli imbecilli”. La critica internazionale è stata meno severa, ma non tanto da gridare al successo. Bisogna però aggiungere che il pubblico, e non solo quello francese, ha mediamente espresso giudizi superiori alla sufficienza.

MARSEILLE, STAGIONE 2: LA PROGRAMMAZIONE
La seconda stagione di 'Marseille' è composta da otto episodi, come la prima. Come ormai consueto, per Netflix, verranno tutti messi a disposizione il 23 febbraio, lasciando agli abbonati del servizio di streaming la libertà di scegliere quando e come guardarli.

Leggi anche:
- Sabrina, vita da strega: Netflix lavora al reboot della serie tv
- The Innocents, l'amore cambia tutto: la serie tv di Netflix
- Roswell, ecco il reboot della serie tv sugli alieni