Invia tramite email Condividi Condividi su Instagram Effettua l'accesso col tuo utente QN Il Giorno Tutte le ultime notizie in tempo reale dalla Lombardia il Resto del Carlino Tutte le notizie in tempo reale dall'Emilia Romagna e dalle Marche Il Telegrafo Tutte le news di oggi di Livorno La Nazione Tutte le notizie in tempo reale dalla Toscana e dall'Umbria QuotidianoNet Tutte le ultime notizie nazionali in tempo reale Tweet WhatsApp Canale YouTube
Economia Sport Motori Tech Magazine Salute

EDIZIONI

Abbonamenti

Leggi il giornale

Network

Quotidiano.net il Resto del Carlino La Nazione Il Giorno Il Telegrafo

Localmente

Codici Sconto

Speciali

La profezia dell'armadillo, il film dal fumetto di Zerocalcare. Trailer

Adattamento (liberissimo) dell'omonima graphic novel, 'La profezia dell'armadillo' esce il 13 settembre: ecco il trailer e tutte le informazioni 

Ultimo aggiornamento il 10 settembre 2018 alle 13:39
Foto: Fandango/RAI Cinema
Zerocalcare (nome d'arte di Michele Rech) ha talento da vendere e schiere di fan affezionatissimi: per certi versi sorprende che il suo primo romanzo a fumetti, 'La profezia dell'armadillo' (2011), sia arrivato su grande schermo solo ora. Eppure l'attesa non è valsa la pena: chi ha visto il film, presentato nella sezione Orizzonti del Festival di Venezia 2018, ne è rimasto deluso. Ora la parola passa agli spettatori, che potranno vederlo a partire da giovedì 13 settembre.

LA PROFEZIA DELL'ARMADILLO: IL FILM

La lavorazione del film non è stata semplice: è iniziata con Valerio Mastandrea che avrebbe dovuto occuparsi della regia, oltre che della sceneggiatura, e con un coinvolgimento dello stesso Zerocalcare. Poi è successo qualcosa, non si sa bene cosa, e la produzione ha preso una strada diversa: 'La profezia dell'armadillo' giunge in sala diretto da Emanuele Scaringi, al suo primo lungometraggio, e con Rech che ha disertato ogni attività legata al film, compresa la proiezione veneziana.

LE POTENZIALITÀ DEL FILM
Il cambio di direzione non è di per sé un fatto negativo, perché 'La profezia dell'armadillo', con o senza Mastandrea e Rech, resta un ottimo affresco della periferia metropolitana (nello specifico quella romana di Rebibbia) e di una gioventù di "tagliati fuori" in cui molti possono riconoscersi. La storia è infatti quella di un ventisettenne che tenta di mantenersi a galla svolgendo un'infinità di lavoretti, affrontando le proprie insicurezze e paure e cercando di capire non tanto quale posto occupare nel mondo, ma se il mondo gli ha lasciato un posto da occupare.

LA PROFEZIA DELL'ARMADILLO: IL TRAILER


IL PARERE DI CHI L'HA VISTO
La critica che emerge più spesso è che 'La profezia dell'armadillo' ha annacquato la forza della graphic novel di Zerocalcare tradendone lo stile e l'irriverenza e regalando pure uno sviluppo narrativo e una morale finale che sembrano agli antipodi rispetto a quanto scritto da Zerocalcare. Insomma: se è lecito che un film adatti a modo proprio una fonte letteraria, anche prendendosi delle libertà creative, è però auspicabile che lo faccia imponendo una propria personalità e originalità. Cose che invece sono mancate. 'La profezia dell'armadillo' si salva soprattutto se non conosci il fumetto e lo prendi per quello che è: un film che, pur essendo imperfetto e riuscito solo a metà, regala personaggi di una certa ingenuità stropicciata che in alcuni momenti sa toccare il cuore.

Leggi anche:
- Narcos: Messico, la nuova serie TV di Netflix
- Atypical, stagione 2: una bella serie tv
- Cinque in famiglia (Party of Five): il reboot della serie TV

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.