Un dettaglio del poster del film – Foto: Universal Pictures
Un dettaglio del poster del film – Foto: Universal Pictures
Giovedì 8 giugno un antico male si risveglierà nelle sale italiane e spetterà a Tom Cruise il compito di fermarlo: ecco tutto quello che possiamo dire su 'La mummia' ('The Mummy') senza incappare in spoiler.

COS'È

È un film che mescola azione, avventura e fantasy ed è il primo capitolo di un nuovo franchise, quello che Universal Pictures ha chiamato Dark Universe.

DARK UNIVERSE
La logica è simile a quella dei franchise di supereroi Marvel o DC: una serie di pellicole accomunate dal medesimo universo narrativo e capaci di intrecciarsi in modi più o meno corposi. La differenza è che al posto dei supereroi abbiamo i mostri classici della tradizione Universal, quella cominciata all'epoca del cinema muto e che annovera figure come Dracula, l'uomo lupo, l'uomo invisibile, il fantasma dell'opera, il mostro di Frankenstein, il mostro della laguna nera, eccetera. Il Dark Universe vanterà un reboot dedicato a ogni mostro: nelle intenzioni, la serie dovrebbe durare anni.

LA TRAMA
Un'antica principessa egizia viene riportata accidentalmente in vita ai giorni nostri: animata da un'indicibile malvagità, scatena un'ondata di terrore che sfida la capacità di comprensione degli esseri umani. Esiste però un'organizzazione segreta, chiamata Prodigium, capace di capire la minaccia che grava sul mondo e di attrezzare una risposta adeguata.

IL TRAILER


UN MONDO DI DEI E DI MOSTRI
La frase "Benvenuti in un mondo di dei e di mostri" è una citazione dal film 'La moglie di Frankenstein' (1935). Proprio il reboot di quest'ultimo film sarà il secondo capitolo del Dark Universe: il nuovo 'Bride of Frankenstein' uscirà il 14 febbraio 2019. Seguiranno le pellicole dedicate al mostro della laguna nera (2019), all'uomo invisibile (2020), a Van Helsing (in data da destinarsi) e all'uomo lupo (anch'essa in data da destinarsi).

IL CAST
Tom Cruise e Annabelle Wallis sono i personaggi che per primi hanno a che fare con l'antica maledizione e che contribuiscono a scatenarla ai giorni nostri. Sofia Boutella interpreta la regina Ahmanet, alias la mummia che si risveglia e semina distruzione. Russell Crowe è il dottor Henry Jekyll, il capo dell'organizzazione Prodigium e l'unico apparentemente in possesso delle conoscenze necessarie a fermare Ahmanet.

IL REGISTA

La lavorazione della 'Mummia' è durata alcuni anni e ha conosciuto rallentamenti e cambi di direzione. Inizialmente il regista avrebbe dovuto essere Len Wiseman ('Underworld'), poi è stato sostituito da Andrés Muschietti ('La madre'), che a sua volta ha ceduto il posto ad Alex Kurtzman, regista e cosceneggiatore del film che vedremo nelle sale. Kurtzman è famoso soprattutto come sceneggiatore, avendo scritto le serie TV 'Alias', 'Fringe' e 'Sleepy Hollow' e avendo curato il reboot cinematografico di 'Star Trek'. Come regista ha all'attivo solamente un'altra pellicola, l'agrodolce 'Una famiglia all'improvviso' (2012).

GLI SCENEGGIATORI
Esattamente come nel caso dei registi, nel corso degli anni diversi nomi hanno contribuito alla pellicola. I crediti ufficiali della versione definitiva, oltre a indicare Alex Kurtzman come soggettista, mettono sugli scudi Christopher McQuarrie, David Koepp e Dylan Kussman. I primi due hanno spesso lavato con Tom Cruise: McQuarrie è l'autore di 'Jack Reacher', 'Mission: Impossible - Rogue Nation' ed 'Edge of Tomorrow', mentre Koepp ha scritto 'La guerra dei mondi' e il primo 'Mission: Impossible'. Dal canto suo, Dylan Kussman ha in curriculum il film 'Burn' e la serie TV 'The Steps'.

GRAVITÀ ZERO
Ormai le scene d'azione dei un blockbuster devono essere spettacolari ed elaborate. Una di esse è stata particolarmente difficile da girare: si tratta di quella relativa allo schianto dell'aeroplano che trasporta il sarcofago di Ahmanet. Una parte delle riprese è stata effettuata all'interno di un vero velivolo che, lanciandosi in picchiata, simula per alcuni secondi l'assenza di gravità: per due giorni e per un totale di 64 ciak, la troupe ha combattuto il senso di nausea pur di realizzare le immagini che vedremo su grande schermo. Una piccola idea dello sforzo è presente a metà di questa clip.



IL PARERE DI CHI L'HA VISTO
Qui regna il silenzio più assoluto: le proiezioni per la stampa internazionale sono soggette a embargo e l'anteprima per l'Italia è prevista solamente il giorno prima del debutto nelle sale (il 7 giugno sera). Per il momento, i pochi che hanno avuto modo di vedere il film nella sua interezza tacciono. L'unica cosa che si può dire è che le atmosfere horror del passato sono state probabilmente accantonate in favore di una action/adventure dal ritmo incalzante.