I dinosauri tornano su grande schermo e promettono un film spettacolare: giovedì 7 giugno, più o meno in contemporanea con il resto del mondo, 'Jurassic World – Il regno distrutto' esce nelle sale cinematografiche italiane puntando a conquistare milioni di spettatori. Prima di scoprire se riuscirà nell'impresa, ci sono alcune cose che possiamo anticipare (senza spoiler, a parte quelli contenuti nel trailer).

JURASSIC WORLD 2 NON PUNTA AL MILIARDO

Come prima cosa, si tratta del sequel del film che nel 2015 ha rilanciato il franchise incassando nelle sale mondiali più di 1,6 miliardi di dollari, diventando così il quinto migliore incasso di tutti i tempi: gli altri sono 'Avatar' (2,7 miliardi), 'Titanic' (2,1), 'Star Wars: il risveglio della Forza' (2) e 'Avengers: Infinity War' (1,9). Il nuovo 'Jurassic World' non sembra destinato a comportarsi altrettanto bene: gli analisti prevedono incassi di tutto rispetto, ma niente che possa fare ipotizzare il superamento del miliardo di dollari al box-office.

SQUADRA CHE VINCE NON SI CAMBIA, O QUASI
Il cast del 'Regno distrutto' conferma i protagonisti Chris Pratt (addestratore di dinosauri), Bryce Dallas Howard (ex manager del parco Jurassic World), B. D. Wong (genetista del parco) e Jeff Goldblum (scienziato esperto nella teoria del caos). Anche la sceneggiatura porta la firma di due degli autori originali, cioè Derek Connolly e Colin Trevorrow, ma quest'ultimo non torna nei panni del regista: ha ceduto il posto a J.A. Bayona, autore di film come 'The Orphanage', 'The Impossible' e 'Sette minuti dopo la mezzanotte'. Curiosità: Steven Spielgerg, regista dell'originale 'Jurassic Park' (1993) è il produttore esecutivo di 'Jurassic World 2', ruolo svolto pure nel film precedente.

NON PIÙ PARCHI A TEMA
Prima ancora che iniziassero le riprese di 'Jurassic World 2', Colin Trevorrow rivelò di essere particolarmente incuriosito dalla possibilità di portare il franchise in una nuova direzione, abbandonando l'idea della creazione di dinosauri al solo scopo di intrattenimento all'interno di un parco a tema. Parlando con i giornalisti del britannico Radio Times, disse: "Sono intrigato dal fatto che l'originale gruppo di genetisti non sia l'unico in grado di fare un dinosauro. Mi viene in mente lo scontro fra Apple e PC: nel momento in cui una determinata tecnologia diventa di dominio pubblico, ci saranno necessariamente diverse entità che la utilizzeranno, inseguendo scopi e interessi differenti".

DI COSA PARLA IL FILM?
Tre anni dopo gli eventi narrati in 'Jurassic World', un'eruzione vulcanica minaccia di distruggere l'isola sulla quale sorgeva il parco a tema, annientando ogni forma di vita. L'ex manager e l'ex addestratore del parco tentano di salvare quanti più dinosauri possibile, ma scoprono che i loro intenti filantropici sono stati sfruttati con ben altre intenzioni. Inoltre, l'incoscienza ha portato a creare un dinosauro ibrido straordinariamente intelligente e pericoloso, che sfugge al controllo e semina il terrore.

IL TRAILER


Leggi anche:
- Jeff Goldblum si dà al jazz
- Spawn: anche Jamie Foxx è un supereroe, ma a basso budget
- Harry Potter: Alan Rickman era frustrato dal professor Piton