Quella di 'Harry, ti presento Sally' (1989) è una delle più famose storie romantiche del cinema statunitense, amatissima dal pubblico e ricordata soprattutto per la celeberrima scena al fast food (quella in cui Meg Ryan finge un orgasmo) e per il finale dolcissimo. In una recente intervista, però, il regista Rob Reiner ha confessato che inizialmente il film avrebbe dovuto terminare in modo completamente diverso.

HARRY, TI PRESENTO SALLY: IL FINALE DIVERSO
Intervistato da People's TV, Rob Reiner ha rivelato che originariamente non era previsto un lieto fine e che i personaggi di Billy Crystal e Meg Ryan non avrebbero dovuto mettersi insieme. La ragione era che la sceneggiatrice Nora Ephron era fortemente influenzata dall'esperienza personale dello stesso Reiner, che utilizzava come spunto per la scrittura del personaggio di Harry. E Reiner ricorda: "Erano ormai dieci anni che ero single e che la mia vita privata era un disastro, sempre alle prese con incontri senza capo né coda e incapace di far funzionare una relazione".

Così la storia di Harry e Sally, che si incontrano più volte nel corso degli anni e che lentamente capiscono di essere legati e che superano le rispettive paure, non sarebbe terminata come sappiamo: la versione della trama "che intendevamo girare prevedeva che se ne andassero ognuno per la propria strada".

COME MAI IL FINALE È CAMBIATO?
Per fortuna dei fan di 'Harry, ti presento Sally', proprio durante le riprese del film Rob Reiner ha conosciuto Michelle Singer, sua futura moglie, e ha iniziato a guardare con occhi completamente diversi, e positivi, il mondo delle relazioni d'amore. Siccome il personaggio di Harry era basato in gran parte su di lui, Nora Ephron gli ha proposto di modificare la sceneggiatura inserendo un lieto fine e lui ha accettato di buon grado.

HARRY, TI PRESENTO SALLY: LA SCENA FINALE
Detto per inciso, complimenti a Nora Ephron per avere scritto una delle dichiarazioni d'amore migliori fra quelle viste su grande schermo.



PER COMPLETEZZA: LA SCENA CULT DEL FINTO ORGASMO


Leggi anche:
- American Vandal, la stagione 2 è ancora più irriverente
- Halle Berry debutta alla regia con un film di arti marziali
- Cinque in famiglia (Party of Five): il reboot della serie TV