Foto: Pixar
Foto: Pixar
Mentre cresce l'entusiasmo per la mostra dedicata ai trent'anni di Pixar e allestita presso il Palazzo delle Esposizioni di Roma (9 ottobre 2018 - 20 gennaio 2019), vale la pena di ripassare in dieci trailer la storia della casa di produzione che ha rivoluzionato il cinema d'animazione statunitense.

THE ADVENTURES OF ANDRÉ & WALLY B. (1984)
In questo momento il nome Pixar ancora non esiste: gran parte del gruppo di lavoro, di cui fa parte anche John Lasseter, è però quello che successivamente regalerà al mondo alcuni dei migliori film d'animazione di sempre. 'The Adventures of André & Wally B.' è il primo cortometraggio della futura Pixar, che in questo momento è ancora una divisione di Lucasfilm.




LUXO JR. (1986)
Scritto e diretto da John Lasseter, è il primo cortometraggio della neonata Pixar. La piccola lampada da tavolo protagonista diventerà successivamente il logo della casa di produzione e comparirà all'inizio di ogni lungometraggio.




TOY STORY (1995)
Diretto da John Lasseter, è il primo lungometraggio di casa Pixar e una vera e propria scommessa sulle potenzialità dell'animazione digitale. La storia dei giocattoli che hanno una vita e una volontà proprie dà vita a tre sequel: quelli del 1999 e del 2010, più 'Toy Story 4' atteso per il 21 giugno 2019.




MONSTER & CO. (2001)
Dopo il primo 'Toy Story' John Lasseter dirige anche 'A Bug's Life' (1998) e 'Toy Story 2' (1999), ma per il quarto lungometraggio di Pixar cede il posto di regista a Pete Docter. Lui ricambia il favore realizzando quello che molti considerano uno dei migliori film animati nella storia degli Stati Uniti. (Il trailer che segue è quello della ridistribuzione in 3D.)




ALLA RICERCA DI NEMO (2003)
Diretto da Andrew Stanton, conferma il periodo d'oro di Pixar, che sembra non sbagliare un colpo e che mette d'accordo pubblico e critica mondiale, tutti concordi nell'entusiasmo. (Il trailer che segue è quello della ridistribuzione in 3D.)




WALL-E (2008)
Gli anni Duemila sono il trionfo di Pixar ed è difficilissimo scegliere quale film mettere sugli allori di fronte a prodotti del calibro di 'Ratatouille', 'Gli incredibili', 'Up', 'Toy Story 3' e i due titoli già citati ('Monster & Co.' e 'Alla ricerca di Nemo'). Scegliamo 'WALL-E', diretto da Andrew Stanton, perché il lunghissimo prologo è un capolavoro di poesia in immagini.




RIBELLE – THE BRAVE (2012)
Nella fase iniziale della sua vita Pixar aveva un accordo in esclusiva con Walt Disney Pictures, ma produceva i propri lavori in maniera indipendente: scaduto questo contratto, la Casa del Topo compra Pixar per 7,4 miliardi di dollari, nel 2006. 'Brave', diretto da Mark Andrews e Brenda Chapman, è il primo lungometraggio che risente dell'acquisto (per esempio, ci sono le scene cantate).




INSIDE OUT (2015)
Diretto da Pete Docter è un film ambiziosissimo (e riuscito) che tenta di spiegare come funziona il cervello umano e come tutte le emozioni siano essenziali, anche quelle che di primo acchito vorremmo evitare, come la tristezza.




ALLA RICERCA DI DORY (2016)
Nel 2011 'Cars 2' aveva dimostrato che nemmeno Pixar era immune alla maledizione dei sequel, destinati spesso a essere molto inferiori alla pellicola originale. 'Alla ricerca di Dory' dimostra invece che talvolta è possibile realizzare un film anche superiore al precedente. Alla regia c'è Andrew Stanton, già autore di 'Alla ricerca di Nemo'.




GLI INCREDIBILI 2 (2018)
Ancora una volta un sequel (scritto e diretto da Brad Bird) e ancora una volta un enorme successo di pubblico e critica. Una delle ragioni dell'entusiasmo è la capacità di raccontare qualcosa di originale parlando di supereroi, vale a dire lo spunto narrativo più abusato del momento.




Leggi anche:
- Le cronache di Narnia: film e serie TV in arrivo su Netflix
- Netflix, 4 serie TV per giovani e giovanissimi
- Buona apocalisse a tutti, il trailer ufficiale della serie tv