Il telescopio Parkes, in Australia, ha captato il misterioso segnale radio
Il telescopio Parkes, in Australia, ha captato il misterioso segnale radio

È stato captato un misterioso segnale radio proveniente da Proxima Centauri, una stella nana rossa a circa 4,2 anni luce dalla Terra (quindi all’esterno del sistema solare). La notizia sta creando particolare scalpore dato che la comunicazione è stata rilevata lungo una frequenza tipicamente priva di segnali riconducibili all’uomo.

I cacciatori di segnali di vita extra-terrestre 

L’indiscrezione è stata pubblicata in anteprima dal Guardian, quotidiano inglese, il quale ha spiegato che il segnale è riferito a un fascio stretto di onde radio (su una frequenza di circa 980 MHz) rilevate nei mesi di aprile e maggio 2019 dal telescopio Parkes, in Australia. Lo strumento fa parte del progetto Breakthrough Listen, a cui ha partecipato anche il celebre astrofisico Stephen Hawking, dedicato alla ricerca di segnali radio da fonti tecnologiche che vanno oltre il sistema solare: in poche parole, ha l’obiettivo di captare segnali di vita extra-terrestre.

Il segnale radio in questione è stato rilevato una sola volta lungo una frequenza tipicamente priva di trasmissioni provenienti da navicelle spaziali o satelliti costruiti da esseri umani. Pare quindi che sia da escludere l’origine terrestre del segnale. Il Guardian, citando una fonte anonima, ha riportato una delle reazioni degli esperti nel momento in cui è avvenuta la scoperta: “È il primo serio candidato per una comunicazione aliena dal Segnale Wow!”. Quest’ultimo è un forte segnale radio a banda stretta osservato nel 1977: un elemento così insolito da portare uno degli astronomi a scrivere “Wow!” in rosso sul tabulato stampato dal radiotelescopio. Tuttavia, il Guardian sostiene che il segnale del 2019 non abbia niente a che fare con civiltà aliene: la sua fonte potrebbe essere una nuvola di idrogeno o una cometa.

Una scoperta emozionante

L’aver captato un segnale così inedito e, al momento, privo di alcuna spiegazione rimane però un evento degno di nota: “È il momento più emozionante da quando esiste il progetto Breakthrough Listen”, ha detto Sofia Sheikh (Penn State University) al portale Scientific American, aggiungendo che il segnale radio verrà denominato Breakthrough Listen Candidate 1. Va specificato che attorno a Proxima Centauri orbita un pianeta, Proxima Centauri b, caratterizzato da condizioni potenzialmente adatte per la presenza acqua liquida in superficie, e quindi per ospitare delle forme di vita: ecco perché, dopo la notizia di questo stranissimo segnale, qualcuno ha osato parlare di alieni (ipotesi al momento priva di evidenze scientifiche).