Il progetto è importante: trasformare in modo sostenibile il brand, partendo dall’azienda tutta insieme ai materiali, alla produzione dei capi il più possibile a chilometro zero e alle fonti energetiche. Un sogno? Neanche un po’ per il Gruppo Ciocca SpA di Quinzano d’Oglio in provincia di Brescia, storia di famiglia, di azienda e di persone che ha puntato meno ai numeri ma più ai sentimenti e alle emozioni del fashion fin dal 1912 quando Luigi Ciocca aprì il calzificio che porta il suo nome e ancora oggi guidato dai suoi eredi, che sono alla quarta generazione. Da qualche anno le redini del gruppo sono in mano a Filippo e Michele Ciocca che stanno investendo nell’innovazione. Il Gruppo ora fa parte della company 1912 Holdings alla quale appartengono anche marchi moda come Drumohr, Rossopuro, Dalmine, Sozzi, 1912, GianMarcoVenturi. In questi mesi stanno sviluppando piani di ecosostenibilità produttiva e sono partiti da Drumohr, marchio di maglieria alto di gamma che ha appena lanciato la sua Sustenaible Lifestyle, prima collezione completamente ecosostenibile non solo per i maglioni con filati di recupero di fibre nobili già colorate e utilizzate precedentemente, evitando così nuove operazioni di tintoria e riducendo lo smaltimento delle scorie di lavorazione. Insomma, una seconda vita al maglione pregiato e di qualità che per preservare l’ambiente. Si risparmia energia e la moda si fa etica, il messaggio della collezione Drumohr con filati anche di seta e di cashmere oltre che di lana. L’obiettivo della famiglia Ciocca è di arrivare a zero emissioni.

e.d.