di Barbara Berti Sul palco dell’Ariston anche Giacomo Celentano, figlio del Molleggiato, e il conduttore Claudio Lippi. È ufficialmente scattato il toto-nomi in vista del Festival di Sanremo 2021. La kermesse, con la direzione artistica e la conduzione di Amadeus, affiancato dall’amico Fiorello, si svolgerà al Teatro dell’Ariston dal 2 al 6 marzo. L’annuncio ufficiale del cast dovrebbe arrivare durante la finale di Sanremo...

di Barbara Berti

Sul palco dell’Ariston anche Giacomo Celentano, figlio del Molleggiato, e il conduttore Claudio Lippi. È ufficialmente scattato il toto-nomi in vista del Festival di Sanremo 2021. La kermesse, con la direzione artistica e la conduzione di Amadeus, affiancato dall’amico Fiorello, si svolgerà al Teatro dell’Ariston dal 2 al 6 marzo.

L’annuncio ufficiale del cast dovrebbe arrivare durante la finale di Sanremo Giovani, in diretta su Raiuno il 17 dicembre. Intanto si moltiplicano le indiscrezioni tra i 20 (o forse 22) cantanti in gara. Tra i nomi più inaspettati spunta quello di Giacomo Celentano, classe 1966, secondogenito di Adriano e Claudia Mori.

Per Celentano Junior si tratterebbe di un debutto assoluto come big sul palco che il padre ha calcato ben cinque volte come concorrente, la prima nel 1961 con 24 mila baci, vincendo nel 1970 con la celebre Chi non lavora non fa l’amore, in coppia con la moglie. Il figlio d’arte, cresciuto a pane e musica, non è però nuovo all’ambiente sanremese visto che nel 2002 ha partecipato nella sezione Giovani portando il brano You and Me.

Tra gli altri nomi, sta facendo scalpore quello del presentatore Claudio Lippi. "La musica è il mio primo amore, e salire sul palco di Sanremo come concorrente è un’emozione che voglio vivere prima di morire. Quindi, sì: mi presento alle selezioni come concorrente, farò i provini come tutti e poi vediamo che succede, vada come vada" dichiarava in estate l’ex co-conduttore de La Prova del cuoco, specificando che avrebbe partecipato alle selezioni portando un brano, da lui realizzato, che lo "ha fatto piangere di commozione".

Il testo avrà emozionato anche Amadeus? Il conduttore e direttore artistico, impegnato in lunghissime sessioni di ascolto degli oltre 300 brani, non ha mai fatto mistero di voler utilizzare come criterio principale il valore dei brani proposti. Tra i nomi circolano anche quello di Tommaso Paradiso, ex frontman dei The Giornalisti ora solista, Bugo (stavolta senza Morgan), Donatella Rettore, Motta, Ermal Meta, Lo Stato Sociale, Federico Rossi (metà del duo Benji & Fede), i Maneskin, Arisa, e il vincitore dello scorso anno, Diodato.