Come sbloccare l'iPhone con la mascherina
Come sbloccare l'iPhone con la mascherina

Tra le tante nuove abitudini alle quali ci ha costretto la pandemia da coronavirus c’è anche quella di indossare la mascherina praticamente ovunque. Tutti i possessori di iPhone si saranno accorti che sbloccare il telefono indossandola e usando la tecnologia Face ID è praticamente impossibile. Per utilizzare lo smartphone bisogna ricorrere sempre all’uso del codice. Un problema che l’azienda di Cupertino sta cercando di risolvere nel prossimo aggiornamento di iOS, almeno per chi ha anche un Apple Watch.

Lo sblocco di iPhone con la mascherina

Sbloccare il telefono nell’era pre-covid, per i possessori di iPhone, era praticamente un gioco da ragazzi. Bastava guardare lo schermo per poter accedere liberamente ai contenuti. La tecnologia Face ID, messa a punto da Apple, consentiva infatti un riconoscimento immediato e sicuro degli utenti in tempo reale, rendendo praticamente remota la possibilità di usare il codice di sblocco. Con la mascherina indossata sul viso in modo corretto, però, la tecnologia usata dall’azienda di Cupertino per sbloccare il telefono non funziona in quanto la bocca e il naso degli utenti – usati per riconoscere i possessori dell’iPhone – non sono visibili alla fotocamera dello smartphone.

L’idea di Apple

Come fare quindi per sbloccare il telefono senza usare il codice? L’idea di Apple, che dovrebbe essere a disposizione degli utenti con il prossimo aggiornamento a iOS (la versione 14.5 per la precisione) è quella di usare lo stesso metodo ora presente sui Mac. In che modo? Con lo smartwatch. Non uno qualunque, naturalmente, ma l’Apple Watch. Per sbloccare il computer, infatti, basta indossare l’orologio (sbloccato). La stessa cosa succederà con l’iPhone, con gli utenti che avvertiranno (come avviene ora quando si sblocca il Mac) soltanto un feedback tattile sull’orologio per avvertire che il telefono si è sbloccato “grazie” all’Apple Watch.

Una soluzione temporanea

La nuova possibilità di sblocco che verrà rilasciata con l’aggiornamento software, assicurano da Apple, è solo una “toppa” temporanea in attesa del nuovo smartphone – in uscita come sempre tra settembre e ottobre 2021 - che avrà, quasi sicuramente, il touch ID integrato sotto lo schermo, per sbloccare il telefono anche indossando la mascherina.