Il 13 dicembre, festa di Santa Lucia, è secondo tradizione il giorno più corto dell'anno
Il 13 dicembre, festa di Santa Lucia, è secondo tradizione il giorno più corto dell'anno

"Santa Lucia, il giorno più corto che ci sia". È questo il detto popolare che accompagna per tradizione il 13 dicembre, data in cui ricorre la festa di Santa Lucia, che celebra la martire cristiana uccisa nel 304 a Siracusa durante le persecuzioni dell'imperatore romano Diocleziano. Non sempre tuttavia i modi di dire corrispondono alla realtà: il 13 dicembre non è infatti davvero il giorno più breve (o viceversa la notte più lunga) dell'intero calendario. Questo titolo appartiene di diritto al solstizio d'inverno, il cui appuntamento è fissato quest'anno per il 21 dicembre (lo scorso anno cadeva il 22). Ma attenzione, la credenza non è classificabile del tutto come una 'bufala': un fondo di verità c'è e per scovarla bisogna andare indietro di qualche secolo.

Prima della riforma voluta da Papa Gregorio XIII, a causa di uno scollamento tra il calendario civile e quello solare, il solstizio d'inverno ricorreva tra il 12 e il 13 dicembre, sovrapponendosi proprio con la giornata dedicata a Santa Lucia. Nel 1582, per cancellare tali differenze venne quindi istituito il cosiddetto calendario gregoriano, un sistema unico di calcolo cronologico, che è in funzione ancora oggi. Il solstizio invernale traslocò dunque a ridosso di Natale (21 o 22 dicembre), anche se questo non impedì di far arrivare in epoca moderna la convinzione che Santa Lucia fosse ancora il giorno più corto dell'anno.

A onore di cronaca va detto che il 13 dicembre il sole tramonta prima del 21 dicembre, cosa che potrebbe in effetti trarre in inganno. Contestualmente l'alba arriva però in anticipo, ragione per cui nel complesso le ore di luce sono comunque di più rispetto al solstizio (seppure di pochi minuti).