Un coro svedese celebra la festa di Santa Lucia a Milano (foto d'archivio NewPress)
Un coro svedese celebra la festa di Santa Lucia a Milano (foto d'archivio NewPress)

Roma, 13 dicembre 2018 - Santa Lucia, il giorno più corto che ci sia. In molte città d'Italia è tutto pronto per la festa del 13 dicembre e tanti bambini aspettano allegri il momento di scartare i regali. Ma qual è la storia di questa ricorrenza? Perché si festeggia? E quali sono le tradizioni in Italia e all'estero

Santa Lucia, perché non è il giorno più corto che ci sia

LA STORIA DELLA FESTA DI SANTA LUCIA - La Festa di Santa Lucia è una festività cristiana che si celebra il 13 dicembre in ricordo dell'omonima martire uccisa, appunto, il 13 dicembre 304 durante le persecuzioni di Diocleziano. Secondo la leggenda la giovane scelse di donare le ricchezze della propria famiglia ai poveri, piuttosto che condividerle con un pagano che voleva sposarla. A causa della sua fede e per il mancato amore corrisposto, Lucia fu denunciata alle autorità romane e condannata alla pira. Ma la morte non sopraggiunse con le fiamme e la giovane avvertì la folla che il suo decesso non avrebbe spaventato i cristiani, bensì addolorato i non credenti. Lucia morì solo dopo aver ricevuto la comunione. Questo secondo la leggenda e la tradizione. 

PERCHE' SI FESTEGGIA - Tradizionalmente la Festa di Santa Lucia coincide con il giorno più corto dell'anno (anche se in realtà non è del tutto vero, dato che la giornata col minor numero di ore è il 21 dicembre, non il 13) ed è visto come un evento che segnala l'arrivo del Natale. Santa Lucia, il cui nome deriva dalla parola latina "lux" che significa "luce", si collega con questo elemento e con le giornate che crescono via via più a lungo dopo il solstizio d'inverno

Lo sciame meteorico delle Geminidi, Santa Lucia con le stelle cadenti

LE TRADIZIONI IN ITALIA... - Santa Lucia è la patrona della città di Siracusa in Sicilia. Il 13 dicembre una statua in argento contenente le reliquie della martire viene fatta sfilare in strada prima di tornare al Duomo di Siracusa. In Sicilia esiste anche una leggenda secondo la quale una grave carestia che affligeva l'isola si concluse nel giorno della festa di Santa Lucia, quando molte navi piene di grano entrarono nel porto di Siracusa. Così per tradizione il 13 dicembre è usanza mangiare cereali integrali anziché pane. 
In alcune province del Nord Italia, come Verona, Brescia e Bergamo i bambini scrivono una letterina a Santa Lucia, nella speranza che questa in groppa al suo asinello porti loro molti doni nella notte tra il 12 e il 13 dicembre. Inoltre, come per la Befana, prima di andare a letto i più piccoli lasciano qualcosa da mangiare e da bere alla Santa e al suo asinello, affaticati dal viaggio. 

...E ALL'ESTERO - Santa Lucia viene festeggiata anche nel Nord Europa e nei Paesi scandinavi. In Croazia e in Ungheria si piantano dei chicchi di grano in attesa di vederli crescere entro Natale. In Svezia, Danimarca, Norvegia e Finlandia Lucia è celebrata in una cerimonia particolare: una ragazza vestita con un abito bianco, una fascia rossa e una corona di candele in testa, cammina davanti a una processione di donne, ognuna con una candela. Le candele simboleggiano il fuoco che non è riuscito ad ardere la Santa quando venne condannata. Nei Caraibi esiste addirittura una piccola isola che si chiama proprio Santa Lucia: il 13 dicembre si festeggia il santo patrono ed è festa nazionale. Ecco dove si trova: