Roma, 12 dicembre 2019 – Come ogni anno, prima del Natale, è tempo di celebrare il giorno di Santa Lucia, tradizionalmente "il giorno più corto che ci sia". Una ricorrenza Cattolica che viene festeggiata il 13 dicembre in onore e ricordo della martire uccisa nel III secolo durante le persecuzioni di Diocleziano.

Santa Lucia, la storia

Secondo la narrazione cristiana la giovane Lucia di Siracusa scelse di donare le ricchezza della propria famiglia ai poveri, invece che condividerle con un pagano che voleva sposarla. A causa della sua fede e per il mancato amore corrisposto, Lucia venne denunciata alle autorità romane e condannata alla pira. La morte, tuttavia, non sopraggiunse immediatamente e mentre era avvolta tra le fiamme Lucia avvertì la folla che il suo decesso non avrebbe spaventato i cristiani, bensì addolorato i non credenti. La giovane morì solo dopo aver ricevuto la comunione.

"Il giorno più lungo che ci sia"

La festa di Santa Lucia viene fatta coincidere dalla tradizione orale con il giorno più corto dell’anno (scientificamente è il Solstizio d’inverno, che quest’anno cade domenica 22 dicembre) e viene considerata come l’evento che precede e segnala l’arrivo del Natale. Inoltre, si dice che celebrare la festa di Santa Lucia (dal latino “lux”, che significa “luce”) aiuterà i credenti a vivere le lunghe giornate invernali con, appunto, sufficiente luce.

Santa Lucia, le tradizioni

Santa Lucia, oltre a essere una festa che si celebra ogni anno, è anche la patrona della città di Siracusa in Sicilia. Il 13 dicembre una statua in argento contenente le reliquie della martire viene fatta sfilare in strada prima di tornare al Duomo di Siracusa. Inoltre, in Sicilia esiste anche una leggenda secondo la quale una grave carestia che affliggeva l’isola si concluse nel giorno della festa di Santa Lucia, quando molte navi piene di grano entrarono nel porto di Siracusa. È per questo motivo che il 13 dicembre è usanza mangiare cereali integrali anziché pane.

In alcune province del Nord Italia, a Verona, Brescia e Bergamo, i bambini scrivono una letterina a Santa Lucia, nella speranza che questa in groppa al suo asinello porti loro molti doni nella notte tra il 12 e il 13 dicembre. Inoltre, come per la Befana, prima di andare a letto i bambini più piccoli lasciano qualcosa da mangiare e da bere alla Santa e al suo asinello, affaticati dal viaggio.

Nel mondo

Santa Lucia è una festa che viene celebrata non solo in Italia, ma anche nel Nord Europa, e in particolare nei Paesi Scandinavi. In Svezia, Danimarca, Norvegia e Finlandia Lucia viene celebrata in una cerimonia particolare: una ragazza vestita con un abito bianco, una fascia rossa e una corona di candele in testa, cammina davanti a una processione di donne, ognuna con una candela. Le candele simboleggiano il fuoco che non è riuscito a bruciare la Santa quando venne condannata durante le persecuzioni di Diocleziano.

L'isola

Sapevate che nei Caraibi esiste una piccola isola che si chiama proprio Santa Lucia? Il 13 dicembre è festa nazionale e si celebra, anche dall'altra parte del mondo, il santo patrono.