Domenica 21 Luglio 2024

Sanremo 2024, i La Sad cantano ‘Autodistruttivo’: carriera, vita privata, curiosità

Nei suoi brani e album il trio fonde trap, emo e punk in versione moderna

La Sad per la prima volta al Festival di Sanremo

La Sad per la prima volta al Festival di Sanremo

Il palco di Sanremo è stato sempre una vetrina anche per molti gruppi musicali. Tra le band che si esibiranno all’Ariston a partire dal 6 febbraio ci sono i La Sad con il brano ‘Autodistruttivo’.

Formazione

Il trio dei La Sad (si pronuncia La Sed, all’inglese) è composto da Theø (Matteo Botticini, da Brescia), Plant (Francesco Emanuele Clemente, da Altamura) e Fiks (Enrico Fonte, da Riviera del Garda), che nel 2020, a Milano, dopo il loro incontro, hanno deciso di proseguire insieme mixando i loro percorsi musicali. Theø, Plant e Fiks hanno unito le loro forze grazie alla stessa passione per la musica e a una stretta amicizia che si è creata tra loro negli ultimi anni. Theø è un cantante ed ex chitarrista che ha alle spalle diversi anni di tour, Plant è legato al mondo del trap ed emotrap e Fiks ama il punk in chiave moderna. Fin da subito il collettivo si dedica con la propria musica ad argomenti inerenti alla depressione e a problemi di relazioni, temi che riguardano da vicino la loro generazione.

I loro singoli:

- ‘Summersad’ - 2020 - ‘Psycho Girl’ - 2020 - ‘Miss U’ - 2021 - ‘2nite’ - 2021 - ‘Summersad 2’ - 2021 - ‘Niente X Sempre’ - 2021 - ‘Wale Rmx (con Dari)’ – 2022 - ‘Summersad 3’ - 2022 - ‘Toxic’ - 2023 - ‘Summersad 4 (con Naska)’ - 2023 - ‘Memoria (con Bnkr44)’ - 2023

L’album in studio:

- ‘Sto nella Sad’ - 2022

Sanremo 2024

Il brano ‘Autodistruttivo’ che Botticini, Clemente e Fonte portano a Sanremo è stato scritto dai tre La Sad insieme a Riccardo Zanotti, cantante dei Pinguini Tattici Nucleari, e a Mimmo Paganelli.

“Affogo in una lacrima, perché il mio destino è autodistruttivo”, recita il testo. Come hanno dichiarato in alcune interviste, ai La Sad interessa parlare di depressione, sensibilizzando sul tema e facendosi portavoce di chi è diverso e di chi una voce non ce l’ha. Il trio considera Sanremo una vetrina importante per farsi conoscere dal grande pubblico e per arrivare dunque a una platea molto più ampia.

A ‘Viva Rai 2’, ospite del suo amico Fiorello, Amadeus ha rivelato che nella serata dei duetti, precedente la finale, i La Sad si esibiranno con Donatella Rettore cantando ‘Lamette’, celebre brano pop, apparentemente masochista e in realtà carico di sarcasmo, dei primi anni ’80, portato al successo proprio dall’artista veneta.