Il famoso salvataggio di Sanremo: Pippo Baudo e Pino Pagano
Il famoso salvataggio di Sanremo: Pippo Baudo e Pino Pagano

Sanremo, 2 marzo 2021 - In settant'anni sul palco dell'Ariston e dietro le quinte ne sono successe di tutti i colori. Il Festival di Sanremo (qui la guida all'edizione numero 71) ha regalato - oltre le canzoni - momenti belli e momenti tristi (anche tragici come la morte di Luigi Tenco). Momenti trash se vogliamo. In queste ore di vigilia - in attesa che si alzi il sipario su un'edizione che, complice la pandemia di coronavirus, resterà comunque storica e indimenticabile - abbiamo rovistato nella memoria per riportare alla luce qualche episodio particolare. Ecco ilo nostro 'podio'.

Sanremo 2021, la prima serata del Festival

SANREMO 2021 / Il programma serata per serata

I Duran Duran

Siamo negli Anni '80 e le ragazzine impazzisono per i Duran Duran e per il frontman Simon Le Bon. Nel 1985 il colpaccio della Rai: i Duran Duran superospiti all'Ariston. Impazzimento generale, migliaia di fans scatenati preda di attacchi di isteria collettiva al solo passaggio del gruppo. Il leader Simon Le Bon salì sul palco con una gamba ingessata: si racconta che il bello dei Duran Duran si fosse infortunato cadendo sugli scogli del lungomare di Sanremo. I Duran Duran cantarono uno dei loro successi mondiali, "Wild Boys". E durante l'esibizione perse anche il microfono.

LA PRIMA SERATA / I cantanti in gara

Cavallo Pazzo

Lo conoscono ormai tutti con 'Cavallo Pazzo'. Al secolo è Mario Appignani, negli Anni '70 uno dei leader degli Indiani metropolitani,  noto per le sue incursioni nei contesti più disparati. Tra le quali ovviamente il Festival di Sanremo. Era il 1992, presentatore - inutile dirlo - Pippo Baudo. 'Cavallo Pazzo' riuscì addirittura a salire sul palco dicendo "Questo Festival è truccato e lo vince Fausto Leali col brano..." prima di essere fermato da Pippo e trasinato via dalla sicurezza. Proprio Leali si apprestava a cantare il brano 'Perché'. Quell'edizione del festival, la numero 42, venne in realtà vinta da Luca Barbarossa con 'Portamni a ballare'.

Il salvataggio

Uno dei momenti indimenticabili di Sanremo con Pippo Baudo superstar rinominato 'Superman' o meglio 'SuperPippo'. Edizione del 1995: succede che ad un certo punto un tale, Pino Pagano, minaccia di lanciarsi dalla balconata dell’Ariston, davanti a un migliaio di spettatori del teatro. Pippo Baudo sale e lo convince a scendere. E' il 23 febbraio e a un certo punto chi è in sala e chi è davanti allo schermo subito non capisce quello che sta succedendo: sulla balconata c'è un uomo con un maglione blu e grigio che gesticola. Poi se ne capiscono le intenzioni: Pagano minaccia il suicidio in diretta tv davanti a 17 milioni di spettatori. Ma entra in scena Superpippo che sale e dopo una lunga chiacchierata convince agano a scendere. Non si è mai capito se fosse tutto costruito ad arte oppure no. Recentemente Pagano, che adesso ha 61 anni, ha detto: "Feci una cazzata di cui mi penso".