Ermal Meta
Ermal Meta
Classifica come al Giro d’Italia. Favoriti prima della fase più dura Meta e Irama, poi vi spiego perché. Mancano gli ultimi tapponi, la serata delle cover spettina un po’ l’ordine delle prime due ma, Stadio a parte, difficilmente le ribalta fino alla fine. Quattro sono le variabili e si chiamano giurie. La meno prevedibile comanda le prime due sere e si chiama Demoscopica, formata da modici...

Classifica come al Giro d’Italia. Favoriti prima della fase più dura Meta e Irama, poi vi spiego perché. Mancano gli ultimi tapponi, la serata delle cover spettina un po’ l’ordine delle prime due ma, Stadio a parte, difficilmente le ribalta fino alla fine.

Quattro sono le variabili e si chiamano giurie. La meno prevedibile comanda le prime due sere e si chiama Demoscopica, formata da modici consumatori di musica, tipo Hit Parade di Lelio Luttazzi piuttosto che Charts di Spotify. Poi vota l’Orchestra, sempre con qualche sorpresa perché libera la sua anima pop. Chiudono Sala Stampa, che fa il pendolo fra la giuria di qualità, fanbase trasversali e talent.

Il flop degli ascolti

Poi le due giurie sanremesi con il Televoto nella serata finale. Il risultato delle due prime serate è stato la fotografia di un campione che ha preferito riconoscere che conoscere e scoprire.

Elodie rompe gli schemi

Ma attenzione, tutto si è sempre rigiocato, alla fine, fra i primi cinque, sei, sette posti, parlo del podio, e quasi nessuno è riuscito a recuperare dopo i primi tre. Quindi il primo posto di Ermal Meta e il terzo di Irama vanno presi sul serio, a prescindere da ieri sera, perché le loro canzoni sono quelle che più sono cresciute sul palco rispetto all’ascolto in Rai. Loro e Malika (4ª). E Irama, più trasversale di Meta, nel video delle prove, quasi travolgente.

Annalisa (ora seconda) non credo sia così forte in Sala Stampa e al Televoto, stesso discorso, a parte gli amici romani, per Noemi (5ª). Delle due ragazze è stato molto apprezzato il look. Malika stava nei cinque con merito, il Televoto potrebbe far risalire Fasma (6°). Francesca Michielin e Fedez (7) aspettano un aiutino dai social e stampa. Gli altri giovani e bravi o semplicemente geniali come Gazzè (16°) non si arrendono. Ma serve un ribaltone come quello di Mahmood. Se vince Irama con il video delle prove si pone un altro clamoroso caso. Tipo Bobby Solo e Una lacrima sul viso, che la Rai di allora risolse con "canta sul palco ma è fuori gara". Esemplare.