Sanremo, 7 marzo 2021 - Dopo gli Avengers, ecco i supereroi di Amadeus: gli Amengers. Sprezzanti del pericolo, consci dei gravi rischi, sono riusciti nell'eroica impresa di realizzare il Festival di Sanremo 2021. Non è ironia, per carità, ci mancherebbe: è come loro stessi si sono dipinti durante la conferenza stampa di chiusura del Festival, durante la quale si sono sprecate le iperboli: 'eroi', 'impresa storica', 'resilienza', 'trionfo', 'passaggio epocale'.  Ma è stato o non è stato un flop? Le valutazioni sono ovviamente soggettive, ma i numeri non si lasciano influenzare dalle opinioni. Anche nell'ultima serata – comunque la migliore – Sanremo 2021 è abbondantemente sotto quello dell'anno scorso: 7 punti di share, e 700mila spettatori in meno.

Senza contare che quest'anno, purtroppo, la gente era forzosamente tappata in casa, mentre un anno fa ristoranti, bar, cinema, teatri, balere e club privé erano ancora allegramente aperti. Ma guardiamo avanti. L'amministratore delegato Rai (ancora per poco, scade a luglio) Fabrizio Salini ha coraggiosamente lancia l'amo ad Ama (scusate l'allitterazione): "Vorrei che Amadeus facesse il triplete, e fosse a Sanremo anche l'anno prossimo per meritarsi l'applauso di quella sala".

Salta l'omaggio a D'Orazio, Amadeus si scusa

Ama ringrazia, si schermisce, dice e non dice, come i democristiano dei tempi d'oro: "Adesso il proposito è di fermarci. Se la Rai e il pubblico vorranno, se si trova la forza e soprattutto l'idea...". Il suo contratto scade ad agosto, "Spero di restare in Rai". "La prima sera, quando sono uscito sul palco e ho visto la platea vuota, ho avuto un attimo di smarrimento. Ma ringrazio l'orchestra, che ha fatto anche da pubblico".

E Fiorello, dov'è? Dalla sua auto in fuga verso Roma, si collega via telefono. Nonostante la fama di placido buontempone, non è affatto così, ve lo assicuriamo: "I numeri non combaciano con quello che ho visto scritto su alcuni giornali (il nostro, ndr). Ma cosa hanno visto? Ho letto addirittura la parola 'flop', corigetemi se sbaglio".

Per eventuali repliche, rivolgersi appunto ai numeri, che non hanno bisogno di avvocati difensori. Poi, più rilassato: "È stata l'esperienza più importante della mia vita. D'ora in poi se mi offrono una convention con 20 persone accetterò subito: addirittura 20 persone, davvero? Molti colleghi comici mi hanno scritto o chiamato, chi fa il mestiere sa cosa è il pubblico. Il pubblico ti guida: ti dice se devi andare più veloce, se devi fermarti, se è meglio che cambi argomento. Io e Ama ci siamo inventati un mestiere: fare spettacoli per nessuno. Da domani comunque ho intenzione di sperimentare il nuovo format di una serie: 'Divano'. Ieri ho fatto una battuta augurandomi che il prossimo Festival vada male, ma naturalmente non è vero. L'anno prossimo voglio godermi cinque serate meravigliose".

Maneskin: il significato del nome. Perché i vincitori di Sanremo si chiamano così

Bilanci. Dal Festival la tv di Stato ha incassato 38 milioni di euro, uno in più dell'anno scorso, e non possiamo che esserne felici. Il calo di ascolti è stato abbondantemente compensato dallo spostamento del pubblico, come ha osservato Gian Paolo Tagliavia, l'amministratore delegato di Rai Pubblicità: "Abbiamo perso un po' di pubblico over 65 ma abbiamo guadagnato quello più giovane". Quello che spende. Bilanci: 25mila mascherine Ffpp2, 5800 tamponi di cui solo 9 positivi. Polemiche. Monsignor Antonio Suetta, vescovo di Ventimiglia-Sanremo, ha criticato la decisione di assegnare il premio 'Città di Sanremo' a Fiorello. La colpa? "mancanza di rispetto, di derisione e di manifestazioni blasfeme nei confronti della fede cristiana". Si riferisce al 'quadro' di Achille Lauro in cui Fiorello indossava una corona di spine, forse effettivamente non era il caso. Ma gli Amengers a queste cose non badano, loro sono supereroi.