Massimo Ranieri
Massimo Ranieri
Sanremo 2022. Il presente è in quello che non c’è. Uno guardo che vede il futuro nello specchietto retrovisore della vita, cercando le targhe di anni danzanti e felici. Dai Sessanta agli Ottanta, tutto quel che si può ballare, vivere, amare a morsi. Il sesso crudo, romantico, occasionale. Sorprese: Massimo Ranieri con una canzone senza tempo. Elisa non illude e delude, credibile Emma. Giovanni Truppi è il mitico ponte col Tenco. Mahmood e Blanco un duetto fra le lenzuola di un amore senza scelta di genere, come Michele Bravi. Mi sono piaciuti La Rappresentante di Lista, molto, Tanamai, Matteo Romano, Ditonellapiaga Rettore, Highsnob & Hu. Meglio Sangiovanni di Irama e Rkomi. Achille Lauro adesso è r’n’r. Non casuali gli esclusi. Sanremo: è il festival dell'amore. Ecco le 25 canzoni in gara Le pagelle delle canzoni in gara Achille Lauro - ìDomenica': voto 6 e 1/2 "Negli occhi è rock’n’roll, sembra ti tocchino…romanzo rosa, no piuttosto un porno. E fanculo è Rollin’ Stone". Achille Lauro come John Travolta ma senza Uma, basico e ironico, flash anni ‘60, forse Tarantino. Aka 7even - 'Perfetta così': voto 5 e 1/5 Sei perfetta così, coi tuoi difetti…su di me c’è il tuo profumo, su di te c’è il mio...

Sanremo 2022. Il presente è in quello che non c’è. Uno guardo che vede il futuro nello specchietto retrovisore della vita, cercando le targhe di anni danzanti e felici. Dai Sessanta agli Ottanta, tutto quel che si può ballare, vivere, amare a morsi. Il sesso crudo, romantico, occasionale. Sorprese: Massimo Ranieri con una canzone senza tempo. Elisa non illude e delude, credibile Emma. Giovanni Truppi è il mitico ponte col Tenco. Mahmood e Blanco un duetto fra le lenzuola di un amore senza scelta di genere, come Michele Bravi. Mi sono piaciuti La Rappresentante di Lista, molto, Tanamai, Matteo Romano, Ditonellapiaga Rettore, Highsnob & Hu. Meglio Sangiovanni di Irama e Rkomi. Achille Lauro adesso è r’n’r. Non casuali gli esclusi.

Sanremo: è il festival dell'amore. Ecco le 25 canzoni in gara

Le pagelle delle canzoni in gara

Achille Lauro - ìDomenica': voto 6 e 1/2
"Negli occhi è rock’n’roll, sembra ti tocchino…romanzo rosa, no piuttosto un porno. E fanculo è Rollin’ Stone". Achille Lauro come John Travolta ma senza Uma, basico e ironico, flash anni ‘60, forse Tarantino.

Aka 7even - 'Perfetta così': voto 5 e 1/5
Sei perfetta così, coi tuoi difetti…su di me c’è il tuo profumo, su di te c’è il mio respiro. Il nuovo e gli avanzi. Aka canta esattamente com e te l’aspetti, il prodotto fa beat e funziona.

Ana Mena - 'Duecentomila ore': voto 5
Meglio Duecentomila baci che questa filastrocca che zoppica nonostante Rocco Hunt e Federica Abbate fra gli autori. Ana Mena più che da ascoltare è da vedere. Il latino che piace, non a me.

Dargen D'Amico - 'Dove si balla': voto 7- -
Cantautorap e dj che fa il verso a Vasco dj. "Dove andiamo dove si balla, fottitene e balla fra i rottami, balla per restare a galla. Vetri che tremano con la musica a palla". E che sia Dance!

Ditonellapiaga con Rettore - 'Chimica': Voto 7
"È una questione di chimica… E se rimango vengo ripetutamente… e delle suore me ne sbatto totalmente…la mano sulla coscia incalza e credimi ti dico sì". Sesso anni ‘80, travolgente.

Elisa - 'O forse sei tu': voto 7 e 1/2
Strofa che scala il testo, una parola alla volta con la voce di Elisa, poi l’amore diventa quasi normale, tranne il finale. Modulazioni delle note e del cuore.

Emma - 'Ogni volta è così': voto 7- -
Davide Petrella e Dario Faini con Emma per una ballatona dal dolore profonda e dal passo leggero, la citazione remake di "Sei bellissima". Per favore abbracciami.

Fabrizio Moro - 'Sei tu': voto 6 e 1/2
Fabrizio è bello e bravo, sa riscrivere mondi non solo d’amore. Il già sentito e quello che vorresti riascoltare. Fra il primo Jova e Moro. Ha mestiere, piacerà.

Gianni Morandi - 'Apri tutte le porte': voto 6+
Gianni non discute, forse si vota. Fatti mandare da Lorenzo a comprare uno shake. Stai andando forte, apri tutte le porte, slogan morandiani. E anni ‘60. Basteranno? 

Giovanni Truppi - 'Tuo padre, mia madre, Lucia': voto 8 e 1/2
Un cantautore come ne nascevano una volta, fra Tenco, De Andrè e Francia, collabora Pacifico. Truppi. Si parla di una specie d’amore. Quello che sarò sarò con te.

Giusy Ferreri - 'Miele': voto 6 -
Non basta Federica Abbate per spostare Giusy dalla sua confort zone. O farla scendere dal treno latino. per Santa Fè. E’ una lama che sa di miele. Ma non incide.

Highsnob e Hu - 'Abbi cura di te': voto 7 ++
Bravi. Scrittura post rap, cantautorale, solo gli appoggi sono quelli della nuova generazione. Arrangiamento interessante. E’ un addio amorevole, abbi cura di te.

Irama - 'Ovunque sarai': voto 6 e 1/2
Pop autore di successo, Irama si iscrive fra i post romantici con la voce in fuori. In sintesi: "Ovunque sarai", ovunque sarò. Trionfo di archi e altezze pericolose.

Iva Zanicchi - 'Voglio amarti': voto 6+
Decisa. "Voglio amarti". Coerente, è una canzone antica. Voce senza età. Aria di vecchi festival, la mano di Celso Valli. "Voglio amarti perché ho fame anch’io di te".

La Rappresentante di Lista - 'Ciao ciao': voto 8
"Come stai bambina? Dove vai stasera? Che paura intorno". Flash di cronaca scuri, sesso crudo. "Con le gambe con il culo coi miei occhi". Buonanotte, è la fine, ciao.

Le Vibrazioni - 'Tantissimo': voto 6 e 1/2
Per Amadeus è rock, ma troppe parole anche per Sarcina, e fanno male "Tantissimo". Il beat martella, sound degli inizia, una band che ulula con Francesco all’amore. 

Mahmood e Blanco - 'Brividi': voto 8 e 1/2
Amore e sesso senza scelta di genere, difficile, dentro un letto sporco e psichico, la vita che morde. Il contrario di un angelo. Bella davvero.

Massimo Ranieri - 'Lettera al di là del mare': voto 9
La mia preferita, perché è più difficile scrivere una canzone d’altri tempi così attuale che cantata da De Gregori sarebbe stata il sequel di un suo disco. Poesia.

Matteo Romano - 'Virale': voto 7
Tik tok, bussa la sorpresa. Matteo sa come scrivere una canzone contemporanea dove l’amore riappare va in tendenza e risale, diventa virale. Autoironico e reale. 

Michele Bravi - 'Inverno dei fiori' voto 7+
Mi piace il mondo di Michele, le modulazioni dentro, lame gentili. Se fossero dei suoni sarebbero canzoni e se fossero stagioni verrebbe l’inverno dei fiori. 

Noemi - 'Ti amo non lo so dire': voto 6 - -
Nonostante Mahmoud e Dario Faini il brano rimane orizzontale, non decolla come la voce di Noemi. Posso andare anche sulla luna ma ti amo ti amo non lo so dire.

Rkomi - 'Insuperabile': voto 6 +
Ho capito il perché delle charts, funziona. Ma resta senza la benzina delle idee. Metafora di un amore, lei come l’ultima curva insuperabile. Giro basico rock.

Sangiovanni - 'Farfalle': voto 7 -
Sangiovanni cantautore che farfalleggia con proprietà di linguaggio nel pop. Volano le farfalle sulle lampadine, dance e citazioni. Dichiarazione d’amore Sangio. 

Tananai - 'Sesso occasionale': voto 7 e 1/2
Autore urban sul noto tema sono in una relazione complicata, poi la ragazza con la pistola, reverberi anni ‘60 Rca, Paraculo. Tranquilla, lei non mi è piaciuta. 

Yuman - 'Ora e qui': coto 6 e 1/2
Hic et nunc. Capoverde, Roma, Londra, Berlino, il mondo e qui suona il Philly Sound. Lui canta soul, scena internazionale. Finisce in crescendo. E’ già qualcosa.