Sanremo, il meglio della terza serata (Ansa)
Sanremo, il meglio della terza serata (Ansa)

Sanremo, 7 febbraio 2020 - Cover protagoniste ieri nella terza serata di Sanremo 2020. Col vento degli ascolti in poppa, il festival entra nel vivo: senza Fiorello (ma con Benigni che legge la Bibbia), i riflettori sono per i 24 big che si esibiscono in remake di vecchi successi sanremesi, quasi tutti in duetto. Nessuna nuova proposta sul palco: l'appuntamento con i giovani è oggi per la finale. Ad affiancare Amadeus ci sono la conduttrice albanese Alketa VejsiuGeorgina Rodriguez, primadonna e ballerina di tango per una notte, davanti a un Ronaldo divertito. Tra gli ospiti speciali Lewis Capaldi, Mika (che canta De Andrè) e le attrici de 'L'Amica geniale', Margherita Mazzucco e  Gaia Girace. Si rivede Tiziano Ferro. Dopo 5 ore di tramissione l'orchestra stila la classifica delle interpretazioni meglio riuscite. Sarà sommata ai voti delle prime due serate, per una nuova classifica parziale che verrà annunciata da Amadeus in apertura della quarta serata. 

Chi sale e chi scende. Tosca da brividi

Terza serata, le pagelle dei look

Gli ascolti della terza serata

La classifica della terza serata 

1 - Tosca
2 - Piero Pelù
3 - Pinguini Tattici Nucleari
4 - Anastasio
5 - Diodato
6 - Le Vibrazioni
7 - Paolo Jannacci
8 - Francesco Gabbani
9 - Rancore
10 - Marco Masini
11 - Raphael Gualazzi
12 - Enrico Nigiotti
13 - Rita Pavone
14 - Irene Grandi
15 - Michele Zarrillo
16 - Achille Lauro
17 - Levante
18  - Giordana Angie
19 - Elodie
20 - Alberto Urso
21 - Junior Cally
22 - Riki
23 - Elettra Lamborghini
24 - Bugo e Morgan






















Georgina e Ronaldo all'Ariston

"Un pensiero alle vittime del treno deragliato a Lodi". Così Amadeus apre la serata, prima di dare subito il via alla gara dei big. Sciolte le riserve di Morgan, ecco Zarrillo con Fausto Leali: cantano 'Deborah', brano che Leali portò a Sanremo nel 1968. Senza interruzioni, tocca a Junior Cally rappare sulle note di 'Vado al massimo', sul palco con i Viito. E' già l'ora di Georgina, che scende la scala dell'Ariston fasciata in un abito luccicante con profondo scollo a cuore, Ronaldo in prima fila a guardare. Amadeus la accoglie con indosso quella che sembra una maglia della Juventus: "Lo faccio solo per te". Ma tolta la giacca, spuntano le strisce nerazzurre. La prima (facile) gag è servita. 

false

Pausini, Mannoia & Co: concertone a Campovolo

Marco Masini e Arisa interpretano 'Vacanze romane', poi i riflettori sono tutti per Laura Pausini, Fiorella Mannoia, Gianna Nannini, Elisa, Emma, Giorgia, Alessandra Amoroso. Sette voci femminili impegnate nel progetto benefico 'Una, nessuna, centomila': appuntamento il 19 settembre all'Arena Campovolo, per un unico grande concerto, i cui proventi finanzieranno centri anti-violenza. Il quarto cantante in gara è Riki (direttamente dalle scuderie di Maria De Filippi): con Ana Mena, l'ex alunno di Amici canta 'L'Edera', successo di Nilla Pizzi, poi reinterpretato da Gigliola Cinquetti. A seguire Raphael Gualazzi con Simona Molinari in 'E se domani'. 

false

Ovazione per Ornella Vanoni 

E' il momento più atteso: Amadeus annuncia Benigni. Ma prima c'è Anastasio con la PFM: l'orchestra suona le note di 'Spalle al muro' (Renato Zero, Sanremo 1991). Levante, scortata da Francesca Michielin e Maria Antonietta, si esibisce in una rivisitazione di 'Si può dare di più'. Alberto Urso, vincitore dell'ultima edizione di 'Amici', schiera Ornella Vanoni: 85 anni, abito 'nude' Scervino, capelli arancio. Inossidabile. 

La suspense continua con l'ingresso di Alketa Vejsiu: entusiasta, la presentatrice albanese straborda con le parole, tanto che Amadeus è costretto a fermarla. L'orologio segna già le 22.25 e lo spettacolo deve proseguire. C'è Elodie, accompagnata al piano da Aeham Ahmad, poi Rancore con Dardust e La rappresentante di lista in una versione rap di 'Luce'. Amadeus torna a citare Benigni: ma non è ancora la volta buona. Sul palco arriva Lewis Capaldi. 

Ornella Vanoni con Urso (Ansa)

Roberto Benigni e l'amore carnale nella Bibbia

Finalmente lui: l'ospite più atteso fa la sua apparizione alle 22.55 con un ingresso trionfale. Accompagnato dalla fanfara, Roberto Benigni marcia lungo il tappeto rosso fuori dall'Ariston per sbucare direttamente in platea. Parte l'amarcord: Amadeus gli ricorda lo sketch con Pippo Baudo. "Quando gli agguantai i soliti ignoti", scherza subito Benigni. Che ci riprova con il padrone di casa di quest'anno: infondo "è la serata delle cover". Qualche minuto di gag, poi entra in scena il Benigni serio che ci svela il 'vero' Cantico dei cantici, com'era prima delle censure. E' la "prima canzone della storia dell'umanità", che "esalta l'amore fisico". Scopriamo così che la Bibbia "benedice l'amore carnale e le gioie del sesso". Alla fine il pubblico è in piedi. 

Benigni all'assalto di Amadeus (Ansa)

Georgina bacia Ronaldo 

Riparte la gara. I Pinguini Tattici Nucleari si esibiscono in un 'the best of' Sanremo, poi le giovanissime attrici Margherita Mazzucco e  Gaia Girace annunciano Enrico Nigiotti con Simone Cristicchi. C'è tempo per un altro intervallo con il "primo tango in 25 anni" di Georgina, che balla sulle note di Roxane (con tanto di spaccata) e poi si prende la libertà di scendere gli scalini per baciare sulle labbra il suo Ronaldo. Tocca a Mika, che sale sul palco con un suo medley e poi rende omaggio alla musica italiana con una sua versione di 'Amore che vieni, amore che vai' di Fabrizio di Andrè. 

false

Achille Lauro è David Bowie (ma canta Mia Martini)

Il big numero 13 è Giordana Angi che porta Mia Martini all'Ariston ('La nevicata del '56') con il Solis String Quartet. Si rivede Tiziano Ferro, ospite fisso di questo festival, poi ecco Le Vibrazioni con i Canova ('Un'emozione da poco'). Diodato si scatena con Nina Zilli in '24 mila baci', Tosca canta Dalla con Silvia Perez Cruz. E' l'una di notte e mancano ancora 8 esibizioni.

Stacco di pubblicità e si riparte con Rita Pavone e Amedeo Minghi. Achille Lauro osa ancora e canta Mia Martini ('Gli uomini non cambiano') vestito da Ziggy Stardust, uno dei tanti alter ego di David Bowie: con lui Annalisa. Morgan c'è - archiviate le polemiche - e con Bugo intepreta, voce e piano, 'Canzone per te'. Irene Grandi schiera Bobo Rondelli: due toscani per 'La musica è finita'. Ne arriva un terzo, Piero Pelù, in solitaria con 'Cuore Matto'. Paolo Jannacci omaggia il padre Enzo con Francesco Mandelli e Daniele Moretto. Penultima in gara Elettra Lamborghini in un improbabile duetto con Myss Keta. Tanti ancheggiamenti, poche note azzeccate. Chiude il grande favorito Francesco Gabbani, imprigionato in un costume da astronauta: canta 'L'Italiano'.

C'è tempo ancora per un monologo con sorpresa. Alketa Vejsiu racconta l'Albania della dittatura, poi è raggiunta sul palco da Bobby Solo, idolo del papà: ed è subito 'Una lacrima sul viso'. Con la classifica delle cover, decisa dall'orchestra, cala il sipario. 

Myss Keta a Sanremo 2020, chi è la misteriosa rapper